Umbria, altri 5 milioni agli allevatori colpiti dal sisma

Le risorse, derivanti da economie nazionali dell'annualità 2017, saranno destinate a integrare gli aiuti per il mancato reddito delle imprese zootecniche

stalla-vacca-latte-bovini-frisona-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Allevamento, previsti altri 5 milioni per il mancato reddito degli allevatori umbri colpiti dal terremoto
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

Nuovi stanziamenti per gli allevatori umbri delle zone colpite dal terremoto. Si tratta di 5 milioni di euro messi a disposizione dal Mipaaf che derivano da risorse risparmiate nell'annualità 2017.

I fondi andranno a integrare gli aiuti per il mancato reddito, già previsti all'indomani del sisma, che prevedevano un contribuito pari a 400 euro per ogni capo bovino, 60 euro per i capi ovini e caprini, 20 euro per i suini posseduti prima del terremoto.

Una notizia senza dubbio positiva per gli allevatori, come ha commentato l'assessore regionale alle Politiche agricole Fernanda Cecchini.

Da una prima stima del Mipaaf, molto probabilmente i nuovi premi saranno fissati in 75 euro per ciascun capo bovino posseduto, 11 euro per ogni ovino e 5 euro per ogni suino.

Con questo nuovo stanziamento si va aggiungere ai 52 milioni messi a disposizione per l'Umbria dalle altre regioni non colpite, di cui oltre 31 milioni, il 61% saranno destinati agli investimenti delle aziende.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.192 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner