Sardegna, tumori tra i pastori e malformazioni negli agnelli

Sono i dati sconcertanti che emergono dal rapporto dei veterinari delle Asl di Lanusei (Ogliastra) e di Cagliari

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

pecore-al-pascolo.jpg

Sta suscitando polemiche e preoccupazione in Sardegna la pubblicazione, nei giorni scorsi, di una parte del rapporto dei veterinari delle Asl di Lanusei (Ogliastra) e di Cagliari, sull'incidenza di leucemie tra i pastori e di malformazioni negli agnelli allevati nella zona di Quirra, lungo la costa orientale dell'isola, dove ha sede il più grande poligono di tiro europeo interforze, 135 kmq l'estensione, in attività da 50 anni.

Secondo i dati presenti nelle pagine del rapporto esisterebbe un collegamento tra le deformazioni congenite degli agnelli e i tumori che hanno colpito gli allevatori, con una cifra inquietante: il 65% dei pastori della zona intorno al poligono si sarebbe ammalato di leucemia.

Quella presentato nei giorni scorsi è una parte consistente del più ampio lavoro che comprenderà anche i dati relativi ai territori adiacenti il poligono, come Perdasdefogu e Capo San Lorenzo. Per questo i militari della base e lo stesso ministero della Difesa non si sono pronunciati: lo faranno a marzo, quando l'indagine conoscitiva avviata dalle autorità sanitarie sarà completa, anche se già fine mese dovrebbero essere noti i dati più importanti.

Continua a leggere la notizia su www.anmvioggi.it.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 222.256 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner