L'azione naturale di Botector

Il fungicida di ultima generazione di Manica è a base di Aureobasidium pullulans, fungo che agisce per antagonismo e sottrazione degli elementi nutritivi nei confronti della botrite

Info aziende
botector-fonte-manica.png

Botector va applicato con una dose di 400 g/ha in circa 400 litri di acqua (0,1%) senza alcuna altra aggiunta

Botector, a base del fungo Aureobasidium pullulans, è il fungicida di ultima generazione di Manica. Il fungo di cui si compone agisce per antagonismo e sottrazione degli elementi nutritivi nei confronti della botrite, colonizzando le microlesioni presenti sul grappolo e agendo da scudo naturale contro l'ingresso della botrite.

Questo meccanismo d'azione lo rende ideale per gestire e combattere le resistenze ai fitofarmaci di sintesi che si possono essere create nel vigneto a seguito di un uso eccessivo o incontrollato di antibotritici chimici.
L'efficacia di questo prodotto, inoltre, è supportata da numerose prove effettuate in tutta Italia tra il 2007 e il 2013. I test su uva da tavola e su uva da vino hanno dimostrato, con tre applicazioni, la stessa efficacia di uno standard chimico applicato 2 volte (vedi grafico).
Grafico con i risultati dei test su uva da tavola e da vino
 

L'applicazione della soluzione naturale

Con le acquisizioni tecniche degli ultimi anni si è concluso che gli antagonisti naturali come Botector trovano il loro momento ottimale di applicazione in 2-3 fasi: sfioritura/pre-chiusura e all'invaiatura. E' in questi momenti che la pianta è più predisposta agli attacchi di botrite poiché ci sono molti "zuccheri" presenti (caliptre e zuccheri del grappolo).

Botector va applicato con una dose di 400 g/ha in circa 400 litri di acqua (0,1%) senza alcuna altra aggiunta come, ad esempio, starter. Anche se è preferibile applicarlo da solo, è tuttavia miscibile con molti agrofarmaci, sia insetticidi che fungicidi come rame e zolfo.

Essendo un lievito naturalmente presente nell'ecosistema non dà residuo e pertanto non ha giorni di tempo di carenza. Inoltrenon influenza in nessun modo la cinetica delle fermentazioni e non dà alterazioni olfattive o gustative sui vini.

Botector è un agrofarmaco registrato (n. 14951 del 22.05.2012), autorizzato in agricoltura biologica e all'interno di tutti i disciplinari di difesa integrata regionali.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.265 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner