Kverneland Qualidisc PRO 5000T, versatile nella lavorazione conservativa

Abbiamo provato l'erpice a dischi in versione PRO da 5 metri presso l'az. agricola dell'Unibo. Guarda il video e leggi i risultati.

Contenuto promosso da Kverneland Group Italia :: Kverneland Group Italia S.r.l.
erpice-dischi-kverneland-qualidisc-pro-5000t-ok.jpg

Erpice a dischi Kverneland Qualidisc PRO 5000T pronto per il lavoro sui terreni dell'Unibo
Fonte foto: © Macgest

Autori: Lorenzo Cricca, Michela Lugli, Michele Mattetti

Scheda di "Macgest in campo", con Kverneland

In primo piano: Erpice a dischi Kverneland Qualidisc PRO 5000T - categoria “Lavorazione terreno" tratta da Macgest
 
 Luogo: Az. Agraria Unibo (afferente al Distal) presso Cadriano (BO)
 Lavorazioni effettuate: lavorazione del terreno su residui del grano con macchine ad alta potenza
 La voce dell'esperto: Ing. Michele Mattetti, Università di Bologna coadiuvato dai ricercatori Enrico Michielan e Massimiliano Varani, DISTAL sez. meccanica agraria
 Le riprese: Nicolò Barbano (Agromoderni) - Enrico Grande (G.Henry Production) - AgroYoutubers
  Supervisor: Lorenzo Cricca e Enrico Palli, staff di macgest.com
  Driver: Marco Galetto - contoterzista dell'azienda Galetto Fabrizio & C.

 

Guarda il video di Macgest in Campo


Il filmato è stato realizzato da Nicolò Barbano e Enrico Grande, Agroyoutubers che da tempo collaborano con lo staff di Macgest. "Macgest in campo è a Cadriano (BO), presso l'azienda agricola sperimentale dell'Università di Bologna caratterizzata da un terreno pianeggiante e di medio impasto (leggermente tendente all'argilloso). La stagione è la tarda estate e dopo la raccolta del mais il terreno viene lavorato e preparato per la semina della prossima coltura. La coltivazione delle stoppie è di grande importanza nella lavorazione conservativa e proprio per questo abbiamo preso in esame l'erpice a dischi Kverneland Qualidisc PRO 5000T per una prova di minima lavorazione ad alta potenza. L'attrezzatura è stata trainata dal trattore Massey Ferguson 8740 S EXCLUSIVE".


 

Sommario:

 

 

QUALITA’ LAVORO

Semi-portato e pieghevole, questo erpice di Kverneland in versione Pro Trainata da 5 metri, nasce per l’agricoltura conservativa. Provato su residui di grano in abbinamento con l’MF 8740S ad una velocità media di 13 Km/h e profondità di lavorazione di 15 cm, ha prodotto ottimi risultati. L’effetto del taglio di residui e terreno dei dischi conici, abbinato all’azione del rullo Actipack ha prodotto un efficiente rimescolamento del terreno e un altrettanto buon affinamento e pereggiamento dello stesso. 

 

TIPO LAVORO PER UTENSILE

Erpice a dischi trainato da 4 a 7 metri, conta due file di dischi conici da 600 mm di diametro e 6 mm di spessore e un rullo posteriore (in questo caso Actipack con diametro di 560 mm). Ideale per lavorazioni in presenza di abbondanti residui colturali, per l’interramento di cover crops e per la preparazione del letto di semina. Con peso tra 3876 e 5365 chili, richiede potenze da 150 a 400 CV. Tra i rulli disponibili oltre all’Actipack usato in prova, il rullo a gabbia anche doppio, Actiring, Actiflex e Actipress

 

VELOCITA’ LAVORO

La velocità raggiunta in campo è stata di 13 chilometri orari considerando un peso dell’attrezzo di 5200 chili e una potenza di 400 CV (405 con EPM) erogata dall’ MF 8740 S Exclusive in prova.



I PLUS DI KVERNELAND QUALIDISC PRO 5000T

  • Compattezza e robustezza del telaio monotrave trattato termicamente;

  • Dischi conici (non cavi) con angolo di incidenza mantenuto costante dalla regolazione sul telaio anche a fronte di usura dei dischi e sistema di sicurezza non stop;

  • Supporti centrali dei rulli che, soprattutto in fase di trasporto, eliminano il beccheggio e permettono maggiore stabilità e velocità su strada;

  • Particolari cuscinetti a doppia fila di sfere esenti da manutenzione e supporto del disco brevettato.

 

I MINUS DI KVERNELAND QUALIDISC PRO 5000T

  • In fase di ripasso su terreno soffice già lavorato, si potrebbe presentare un leggero problema di ingolfamento

Botta e risposta

A cura di Sandro Battini - Direttore Commerciale Kverneland Group Italia

Come evidenziato anche dal terzista nell'intervista a video, è sufficiente procedere attraverso una sistematica regolazione delle ruote anteriori e del rullo posteriore al fine di ovviare all'eventuale problema di intasamento sui terreni più soffici.

 
 

BOX Calcolo costi orari e prezzo

Calcola il costo orario KUHN Performer 4000

Per personalizzare il calcolo dei costi orari di Kverneland Qualidisc PRO 5000T, accedi o registrati su:
CLICCA QUI

La voce dell'esperto, in collaborazione con Unibo

a cura dell'Ing. Michele Mattetti - Ricercatore sez. Meccanica Agraria DISTAL

La prova in campo ha evidenziato una buona qualità della lavorazione, grazie alle sue due file di dischi folli dentati conici di diametro 600 mm che effettuano un lavoro di taglio del terreno e dei residui colturali e interramento nei primi 15 cm di terreno e dal rullo Actipack il quale effettua un’azione di ricompattamento del suolo. In tutti i modelli i dischi subiscono un trattamento termico per aumentarne la resistenza all’usura, nella configurazione testata la profondità di lavorazione raggiunta è stata di 15 cm. 
Il giorno della prova la velocità di lavoro è stata di 13 km/h, velocità sufficiente per effettuare una buona lavorazione anche se il costruttore ne dichiara una massima di 20 km/h.

 

Uno sguardo alla manutenzione

L’attrezzo, come dichiarato dal costruttore, non presenta necessità di manutenzione o ingrassaggio.

 

I dettagli in primo piano

L’erpice Kverneland Qualidisc Pro 5000T presenta diverse peculiarità:

  1. Telai e parti in movimento progettate per durare nel tempo e ridurre gli interventi di manutenzione;

  2. Permette di preparare il letto di semina in un unico passaggio riducendo i fenomeni di compattamento del suolo;

  3. Alte velocità di lavoro;

  4. Dischi trattati termicamente e possibilità di regolazione dell’overlapping per consentire il mantenimento dell’angolo di penetrazione anche con disco usurato;

  5. Regolazioni e settaggio dell’attrezzo rapido attraverso spessometri posizionati sui cilindri idraulici;

 

Fonte Foto: © Macgest - Autore: Emanuele Delle Fave
 

DATI TECNICI DELLA MACCHINA

Tabella - Scheda tecnica
Attrezzatura
  • Potenza richiesta    da 150 a 400 CV
  • Profondità di lavoro   da 5 a 15 cm
  • Velocità di lavoro   fino a 20 km/h
  • Diametro dischi    2 file di dischi conici da 600 mm e 6 mm di spessore
  • Rullo (in prova)   Actipack Ø 560mm - 220kg/m, per terreni di medio-duro impasto e collosi

DIMENSIONE E PESI
  • Larghezza di lavoro  5,00 m
  • Larghezza di trasporto   2,75 m
  • Luce sotto il telaio   794 mm
  • Peso  5.200 kg con rullo Actipack
 
PREZZO KVERNELAND QUALIDISC PRO 5000T
modello in prova
65.000,00 € + IVA
 
Per un preventivo personalizzato

CONTATTA L'AZIENDA


RISULTATI DA TEST UNIBO:
Consumi carburante (l/h): 9,0
Produttività (ettaro/ora): 4,9
Velocità (km/h): 9,8
Potenza resistente della macchina (kW): 157,0



Sandro Battini - Kverneland Group Italia

La voce dell'azienda

A cura di Sandro Battini - Direttore Commerciale Kverneland Group Italia

La gamma PRO di cui il modello in oggetto, prevede quattro modelli da 4 a 7m, tutti dotati di ruote anteriori regolabili idraulicamente e rullo Actipack posteriore con denti mobili affinatori regolabili.
La batteria dei dischi da 600mm può essere fornita con due opzioni: dentatura standard e nella fila posteriore dentatura aggressiva.
Le bandelle laterali mobili montate su parallelogramma permettono un flusso del terreno ottimale sia a destra che a sinistra.
L’esclusiva regolazione dell’overlap permette di lavorare anche con dischi usurati tutta la larghezza di lavoro.
La Serie T è dotata di frenatura pneumatica e omologazione per la circolazione stradale. Il particolare sistema di riporto del carico sul timone permette il trasferimento corretto del peso in tutte le condizioni di lavoro.
È possibile dotare la macchina di seminatrice a-drill per la gestione in un unico passaggio di semine di cover crops o di altre colture.
I cuscinetti dei dischi sono esenti da manutenzione e garantiti 5 anni.
Il particolare supporto del disco bombato consente di lavorare anche in presenza di molti residui colturali.

 


 

Dati aggiuntivi sulla prova

L'Azienda agraria della Facoltà di agraria dell'Università di Bologna supporta le attività del Dipartimento di Scienze Agrarie (DipSA) sui terreni di Granarolo dell'Emilia, Bologna e Ozzano. Tra i vari centri didattici c'è il complesso di Cadriano, luogo della prova in campo odierna di Macgest, che è situato nelle immediate vicinanze della Scuola di Agraria (circa 10 km.). E' la sede di attività dimostrative e divulgative e di attività didattiche come il tirocinio pratico-applicativo, esercitazioni e visite guidate, inoltre viene realizzata una grande parte dell'attività di ricerca e delle tesi di laurea e di dottorato. Il terreno è tendenzialmente di medio impasto e pianeggiante.

>> Consulta la scheda tecnica e la linea prodotto su Macgest

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.507 persone iscritte!