Trattori usati, gioia e dolore dell'agricoltore

Aumentano le compravendite di trattori usati. Online si possono trovare mezzi per tutti i gusti e le tasche. Ma a rimetterci è la sicurezza (e l'ambiente)

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

fiat-60c-subito.jpg

Un Fiat 60c in vendita su Subito.it
Fonte foto: Subito.it

Trovare un trattore usato non è mai stato così semplice. Grazie ad internet acquistare una trattrice di seconda (o terza) mano è diventato un gioco da ragazzi. E il confine tra collezionismo e necessità lavorativa è sottile. Già, perché basta fare un giro sulle varie piattaforme che fanno incontrare venditori e acquirenti per capire che in vendita c'è davvero di tutto. Dai trattori con appena qualche anno sulle spalle fino a veri e propri oggetti da museo, che tuttavia ancora qualcuno usa in campo.

Qualche esempio? Un Landini cingolato 5830F immatricolato nel 1989, che quest'anno festeggia i suoi trenta anni in campo. Oppure un Fiat 250, che l'azienda torinese iniziò a produrre nel 1968 e che, a detta del venditore, funziona benissimo ed è pronto per tornare in servizio. Un anno prima, nel 1967, la Goldoni iniziava la produzione della serie Export e tra i trattori che si trovano su Subito.it c'è anche un Export 148 4x4 con 'solo' qualche problema all'impianto elettrico. E per gli intenditori c'è anche un trattore Nuffield del 1955 "funzionante", ma si spera che in questo caso l'acquirente sia solo un collezionista.
 
Un Fiatagri 80-65
Un Fiatagri 80-65
(Fonte foto: Subito.it)

L'età media dei trattori circolanti in Italia è di trenta anni, con quasi 700mila pezzi che sono ancora più vecchi. D'altronde secondo i dati Istat tra il 2005 e il 2017 i prezzi di vendita dei prodotti agricoli sono cresciuti meno della metà rispetto a quegli degli input produttivi (agrofarmaci, gasolio, fertilizzanti, etc.). Per le aziende agricole dunque l'acquisto di un trattore nuovo è diventato un miraggio. E per chi non può fare a meno di una trattrice resta solo il mercato dell'usato.

Secondo i dati forniti da FederUnacoma nel 2016 sono state immatricolate 18.341 trattrici nuove, mentre sono passate di proprietà 29.937 trattrici usate. L'anno successivo la forbice si è aperta ancora di più, nonostante che per effetto della Mother Regulation molte aziende hanno 'svenduto' trattori per eliminare le giacenze e in molti hanno immatricolato senza vendere. A conti fatti sono state 22.705 le trattrici nuove immatricolate, mentre i mezzi usati hanno raggiunto quota 35.200.
 
Un Goldoni Export 4x4
Un Goldoni Export 4x4
(Fonte Foto: Subito.it)

E così oggi vengono ancora venduti e acquistati trattori che si meriterebbero di andare in pensione. Senza scomodare società specializzate come TradeMachine o Ritchie Bros, su eBay o Subito.it è possibile trovare un Same Aurora, che la ditta bergamasca ha iniziato a produrre nel 1972. Oppure un Fiat 640, che l'azienda lanciò nel 1973. A scavare nella bacheca online si trova anche un FIAT 60c, che lanciato nel 1956 contribuì alla meccanizzazione dell'agricoltura italiana.

Se Fiat, Landini e Goldoni la fanno da padrona tra i mezzi usati, si possono trovare anche delle vere e proprie chicche. Come un austriaco Steyr 188 prodotto nel 1960 oppure un Massey Ferguson 35 prodotto nel 1958 o ancora un MF 275 immatricolato nel 1980.

Un Same Aurora 45
Un Same Aurora 45
(Fonte Foto: Subito.it)

Sempre secondo i dati forniti da FederUnacoma l'età media delle trattrici ricollocate è di diciannove anni. Questo significa non solo che oggi molte delle macchine che circolano in Italia hanno emissioni completamente fuori norma. Ma anche che i più banali dispositivi di sicurezza sono spesso inesistenti. Gli archi anti-ribaltamento montati aftermarket non sono presenti su molti dei mezzi usati. Così come le cinture di sicurezza. Senza contare poi sistemi di sicurezza e protezioni, come quella della presa di forza.

Ogni anno in Italia duecento agricoltori perdono la vita mentre stanno lavorando e altri quattrocento rimangono feriti. Su duecento decessi la metà avviene mentre l'operatore è seduto sul suo trattore e tre quarti sono dovuti al ribaltamento dello stesso. Eventualità che con arco di sicurezza e cinture sarebbe scongiurata.
 
Un vecchio Steyr 188
Un vecchio Steyr 188
(Fonte Foto: Subito.it)

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: internet macchine agricole trattori sicurezza sul lavoro

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.610 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner