Il cappello sulle ventitrè

Nel primo bimestre del 2012 si registra un calo di oltre il 23 per cento delle immatricolazioni di trattori. Rubinetti chiusi del credito e crisi aziendali sono le principali cause dello scivolone

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Argo Tractors :: Landini.

mercato_trattori_250.jpg

Mercato giù del 23,5% nel primo bimestre 2012
Fonte foto: Macchine Trattori - Editoriale Orsa Maggiore

Con l'espressione "portare il cappello sulle 23" s'intende descrivere un modo un po' scanzonato di sfoggiare un copricapo, tenendolo appoggiato più su un lato della testa, quasi tendente a cadere. Questo almeno quando indossare cappelli era abitudine diffusa e popolare. 

Ora sembra che il mercato dei trattori abbia riscoperto l'antico detto. Infatti, ripentendo gli insuccessi del 2009, all'apice della crisi economica, anche l'anno corrente pare essere  indirizzato a mostrare pericolose inclinazioni verso il basso. Il primo bimestre 2012 parte infatti mostrando cali del 23,5%, quasi un quarto del mercato complessivo che aveva caratterizzato il primo bimestre 2011.
Quasi che i trattori si siano messi in testa di seguire il mercato auto, rispetto al quale per fortuna sembra che almeno le trattative siano ancora apprezzabili. La voglia di comprare, detta in altri termini, c'è. Manca però l'apertura al credito, visto che le banche hanno si preso i miliardi della Bce, ma se li sono tenuti stretti per ripianare i propri conti investendo in titoli di Stato.
Circa i numeri nudi e crudi, i valori sono per lo meno tornati a essere affidabili nella loro sostanza. Non vi sono più le spinte esogene date dagli incentivi, che avevano drogato le immatricolazioni del 2011, quindi il delta fra 2011 e 2012 è superiore a quello che sarebbe stato senza rottamazione.
Oggi il mercato paga quindi anche il conto di aver già venduto ieri quello che si sarebbe potuto vendere oggi. John Deere, tanto per citare un marchio, torna al quarto posto dopo essere salito per breve tempo al secondo, come pure altri marchi crescono in quote, ma vedono in calo i volumi.

 

 


L'articolo completo

è disponibile nel pdf allegato

(vedi on line, in calce all'articolo)

Tratto da Macchine Trattori - aprile 2012

in collaborazione con Editoriale Orsa Maggiore

 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Editoriale Orsa Maggiore

Autore:

Tag: macchine agricole