Psr Toscana, prorogato il bando per la promozione nella Ue

Disponibili 991mila euro per promuovere prodotti di qualità certificata sul mercato interno. La nuova scadenza è il 30 luglio 2020. All'interno il link al bando

agroalimentare-made-in-italy-ortaggi-carne-olio-by-exclusive-design-fotolia-750.jpeg

Prodotti tipici e di qualità, la Toscana proroga il bando per la promozione (Foto di archivio)
Fonte foto: © Exclusive-Design - Fotolia

E' stato prorogato in Toscana il bando sulla sottomisura 3.2 per finanziare le attività di promozione dei prodotti di qualità certificata fatta dalle Organizzazioni di produttori sul mercato comunitario.

La nuova scadenza per la presentazione delle domande è stata fissata al 30 luglio 2020.

A disposizione ci sono 991mila euro per promuovere prodotti Dop, Igp, a marchio bio o Agriqualità all'interno della Unione europea.

Possono partecipare al bando come beneficiari i consorzi di tutela e le loro aggregazioni o le Organizzazioni di produttori formalmente riconosciute che abbiano:
  • la maggioranza dei produttori di prodotti certificati di una certa denominazione;
  • almeno dieci produttori di prodotti marchio biologico;
  • almeno dieci produttori a marchio Agriqualità e un concessionario del marchio.

Il bando finanzia il 70% delle spese ammissibili, comprese le spese generali, ma deve essere previsto un investimento compreso tra un minimo di 20mila euro e un massimo di 200mila.

Il finanziamento può coprire attività come l'organizzazione e la partecipazione a fiere di settore, le attività informative e di comunicazione anche presso punti vendita al dettaglio (ad esempio nei supermercati) e la pubblicità.

Insieme alla domanda deve essere inviata una relazione tecnica che descriva le attività da svolgere, la loro durata, il calendario di realizzazione, e gli obiettivi che si prevedono, oltre ai preventivi delle spese da sostenere.

Le attività previste e riportate nella relazione devono essere svolte entro diciotto mesi dalla approvazione del contributo.

Le domande devono essere inviate esclusivamente per via telematica sul portale Artea entro il 30 luglio 2020. Per maggiori informazioni e contatti si rimanda alla pagina ufficiale dedicata e al testo del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 228.836 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner