Internazionalizzazione delle imprese: nuovi strumenti finanziari

Agevolazioni concesse ad imprese con sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali, in forma singola o di rete soggetto. A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

banconote-monete-soldi-by-stockpics-by-adobe-stock-750.jpeg

Le agevolazioni possono coprire fino al 100% dell'importo delle spese ammissibili
Fonte foto: © stockpics - Adobe Stock

Il ministero dello Sviluppo economico, con decreto 8 aprile 2019, ha disposto l'introduzione di nuovi strumenti finanziari a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese italiane in paesi extra Ue. Strumenti in forma di finanziamenti agevolati a valere sul Fondo 394 finalizzati a due tipologie di intervento: lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l'utilizzo di un market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria; l'inserimento temporaneo in azienda di Tem per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.

Le agevolazioni sono concesse - nel rispetto dei limiti e delle condizioni di cui al regolamento de minimis - ad imprese aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali, in forma singola o di rete soggetto e possono coprire fino al 100% dell'importo delle spese ammissibili.

Alla gestione degli interventi in oggetto provvederà la Simest, previa approvazione di apposita circolare operativa da parte del ministero dello Sviluppo economico.


Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: C.I.C.A. Bologna

Autore:

Tag: finanziamenti leggi e decreti

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.162 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner