Dlgs 231/01, i reati delle imprese agricole - V Parte

Contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine di prodotti agroalimentari. A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

burocrazia-by-bacho-foto-fotolia-750.jpeg

Analisi di un altro reato rientrante nell'elenco del Dlgs 231/01
Fonte foto: © Bacho foto - Fotolia

Continuiamo il nostro viaggio nei reati che rientrano nell'elenco del Dlgs. 231/01 che possono essere commessi dalle imprese agricole con l'ultimo relativo alla vendita dei prodotti agricoli, ossia il reato di contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine di prodotti agroalimentari (art. 517 quater c.p.).

Questo articolo introduce per la prima volta una tutela penale dei prodotti relativi ad indicazioni geografiche o denominazioni di origine, che costituiscono il c.d. "made in Italy" agroalimentare (Dop, Igp, Doc, Docg, Igt, ecc.).

Il bene tutelato si riferisce sia alla buona fede dei consumatori, sia al diritto di proprietà dei soggetti depositari della denominazione contraffatta, sia alla generica produzione nazionale.

Le condotte punite sono quindi la contraffazione, l'alterazione, la detenzione per la vendita, la messa in vendita, messa in circolazione di indicazioni o denominazioni contraffatte.

Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it
 

Sito internet:  www.231academy.com

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: 231Academy

Autore:

Tag: leggi e decreti marchi di tutela

Temi caldi: I reati delle imprese agricole

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.366 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner