Bolzano, ok definitivo dall'Ue per il Psr 2014-2020

366 milioni di euro sono le risorse stanziate per il nuovo piano di sviluppo rurale della provincia autonoma. Priorità in linea con la strategia comunitaria Europa 2020

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

svizzera-agricoltura-montagna-by-janmiko-fotolia-750.jpg

E' stato confermato dalla Commissione Ue il nuovo Psr 2014-2020 per la provincia di Bolzano
Fonte foto: © janmiko - Fotolia

Nel nostro viaggio alla scoperta dei Piani di Sviluppo Rurale arriviamo oggi alla Provincia autonoma di Bolzano, che ha visto approvare il proprio Psr definitivamente dalla Commissione Europea a fine maggio. Il budget per la nuova programmazione per il periodo 2014-2020 è di 366 milioni di euro, cofinanziato da 158 milioni di euro stanziati dall'Unione Europea e 208 milioni provenienti da fondi nazionali.

Il programma della Provincia Autonoma segue coerentemente la strategia comunitaria Europa 2020, partendo da una prima priorità come il trasferimento di conoscenze e l'innovazione nel settore agricolo e nelle zone rurali, attraverso la formazione di nuovi imprenditori e in particolare i giovani agricoltori. In secondo luogo la seconda priorità è il potenziamento della redditività agricola e della competitività in tutte le sue forme e promuovere tecnologie. La terza linea è promuovere l'organizzazione della filiera agroalimentare, con venti progetti di investimento nelle aziende agricole nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Il quarto principio è preservare e valorizzare gli ecosistemi connessi all'agricoltura e alla silvicoltura. La quinta priorità è il sostegno a un uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio, capace di reagire ai cambiamento climatici in agricoltura e in silvicoltura. Infine si persegue l'inclusione sociale e lo sviluppo economico nelle zone rurali. Quest'ultima priorità è attuata principalmente mediante l'approccio dal basso verso l'alto attraverso strategie di sviluppo locale elaborate dai 4 gruppi di azione locale Leader già previsti.

Dal punto di vista finanziario, le quattro principali misure del Psr 2014-2020 sono così ripartite: 117 milioni di euro assegnati alla misura 13, destinati alle zone soggette a vincoli naturali, 100 milioni di euro assegnati alla misura 10, per interventi agro-climatico-ambientali, 48 milioni di euro assegnati alla misura 4, con investimenti in immobilizzazioni materiali e 25 milioni per la misura 6, che riguarda lo sviluppo delle aziende agricole e delle imprese. Per maggiori dettagli sulla ripartizione dei fondi relativi alla Provincia di Bolzano, cliccate qui.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: pac innovazione unione europea psr ambiente

Temi caldi: Psr 2014-2020

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.702 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner