Blocco pagamenti in Agrea, Agrinsieme ER: "Intervento veloce e risolutivo"

Il coordinatore Garagnani: "E' intollerabile che l'Agenzia non possa erogare 44 milioni agli agricoltori per il mancato trasferimento dei fondi dal ministero delle Finanze"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

guglielmo-garagnani-presidente-confagricoltura-emilia-romagna-2013.jpg

Guglielmo Garagnani, coordinatore di Agrinsieme Emilia Romagna

E’ vergognoso e intollerabile ciò che sta succedendo in un momento così delicato per le aziende agricole, penalizzate da crisi, mancanza di liquidità e difficoltà di accesso al credito: 44 milioni di euro non possono essere erogati dall'Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura (Agrea) per il mancato trasferimento dei fondi dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Invitiamo pertanto le autorità ministeriali ad attivarsi subito per permettere ad Agrea di avviare in tempi stretti l’esecuzione dei bonifici agli agricoltori emiliano romagnoli" – osserva Guglielmo Garagnani, coordinatore di Agrinsieme Emilia Romagna, raggruppamento che riunisce Confagricoltura, Cia, Fedagri-Confcooperative, Agci-Agrital e Legacoop Agroalimentari e conta oltre 40mila imprese associate.

In più, come già sottolineato dall’assessore Rabboni in una nota alla stampa – continua Garagnani – saranno così rinviate anche le procedure di pagamento per il saldo delle domande uniche 2014 per oltre 210 milioni di euro, nonostante siano già pronte le autorizzazioni alla liquidazione”.

Auspichiamo l’intervento rapido e risolutivo del ministero dell’Economia e delle Finanze - conclude il coordinatore di Agrinsieme Emilia Romagna - per evitare un’altra insostenibile mazzata al settore agricolo dell’Emilia Romagna alle prese con la conta dei danni di un’annata agraria disastrosa”.

Fonte: Agrinsieme Emilia-Romagna

Tag: organizzazioni agricole

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 243.431 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner