Toscana, il bando per l'indennizzo dei danni da predatori

Fino al 12 luglio prossimo gli allevatori potranno fare domanda per richiedere i risarcimenti dei danni indiretti dovuti ai predatori per le annate 2017 e 2018

agnelli-pecore-ovini-by-heebyj-fotolia-750.jpeg

Allevamento, in Toscana aperto il bando per i risarcimenti dei danni da predatori
Fonte foto: © heebyj - Fotolia

E' aperto in Toscana il bando per fare richiesta di risarcimento alle aziende zootecniche che hanno subito perdite di produzione a seguito degli attacchi di predatori con a disposizione un totale di 700mila euro.

L'intervento riguarda i cosiddetti danni indiretti, relativi agli attacchi di predatori come i lupi e quindi la perdita di produzione di latte e di carne per i capi predati e per l'intera unità produttiva, e la perdita di eventuali capi abortiti.

Possono presentare domanda di sostegno come beneficiari gli imprenditori agricoli che abbiano in atto un allevamento di ovini, caprini, bovini e bufale, equini, asini e suini.

Il contributo, concesso in regime di de minimis, riguarderà due annualità, il 2017 e il 2018.

Le domande potranno essere presentate tramite il sistema informativo di Artea entro il 12 luglio 2019 con codice istanza 337.

I settori territoriali della direzione Agricoltura e sviluppo rurale istruiranno le domande presentate e approveranno gli atti di concessione e di liquidazione degli indennizzi ai beneficiari, il settore attività faunistico venatoria pesca dilettantistica e pesca in mare approverà la graduatoria regionale delle domande ammesse ed Artea effettuerà i pagamenti.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il referente regionale del bando Fernando Berti all'indirizzo e-mail: fernando.berti@regione.toscana.it o al numero di telefono 0554386457.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.193 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner