Grandi mieli d'Italia, l'edizione 2018

Aperte le iscrizioni per il concorso organizzato dall'Osservatorio nazionale miele di Castel San Pietro Terme (Bo) arrivato alla 38esima edizione. Consegna campioni entro il 25 agosto. All'interno il bando e la modulistica

grandi-mieli-italia-concorso-by-osservatorio-nazionale-miele-jpg.jpg

Il logo del concorso Grandi mieli d'Italia
Fonte foto: Osservatorio Nazionale del Miele

Torna anche quest'anno uno dei più attesi concorsi del mondo apistico italiano, il concorso nazionale Grandi mieli d'Italia Tre gocce d'oro, organizzato come ogni anno dall'Osservatorio nazionale del miele di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna.

Al concorso, intitolato a Giulio Piana e arrivato quest'anno alla 38esima edizione, possono essere inviati campioni di miele di origine nazionale, incluso il territorio di San Marino e della Città del Vaticano, prodotti nel corso dell'ultima annata apistica, cioè nell'anno 2017 per i mieli a produzione autunno-invernale, e nell'anno 2018 per i mieli primaverili-estivi.

Da quest'anno il concorso prevede anche tre sezioni speciali: i Mille mieli, dedicato ai mieli multiflorali, i Grandi mieli di Sicilia, riservato alle produzioni siciliane e i Mieli da apicoltura biologica.

I campioni dovranno essere inviati, in quattro barattoli di vetro da 500 g ciascuno, e completamente anonimi, all'Osservatorio nazionale miele, Via Matteotti 79 - 40024 Castel San Pietro Terme (Bo) entro il 25 agosto.

Insieme ai campioni dovranno essere inviati la scheda di partecipazione compilata, la copia del versamento della quota di partecipazione di 25 euro e la scheda sulla privacy, debitamente compilata e firmata, pena l'esclusione.

I riconoscimenti per i mieli premiati verranno consegnati il 16 settembre a Castel San Pietro Terme.

Per maggiori dettagli si rimanda alla pagina ufficiale del concorso con il bando completo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.640 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner