Marche, altri 6 milioni per gli allevatori colpiti dal sisma

Il ministero ha messo a disposizione ulteriori risorse dagli stanziamenti per la strategia nazionale per la crisi del settore lattiero caseario zootecnico. Fino ad oggi erano già stati erogati oltre 12 milioni per gli aiuti a capo allevato

vitello-stalla-750-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg1.jpg

Un vitello in stalla. Nuovi aiuti per gli allevatori marchigiani colpiti dal terremoto
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

Altri 6 milioni di euro sono stati stanziati a favore degli allevatori marchigiani colpiti dal sisma, fondi reperiti dal Mipaaf dagli stanziamenti per la strategia nazionale per la crisi del settore lattiero caseario zootecnico assegnati alle aziende terremotate.

Il nuovo aiuto va a incrementare così gli aiuti già erogati assegnati a capo di bestiame posseduto prima del terremoto, originariamente 400 euro a bovino, 60 euro a ovino e 20 euro a suino, per un totale di 12,3 milioni già assegnati.

Il provvedimento che nelle Marche interessa 1.732 allevamenti, dovrà servire per sostenere la struttura economica dell'area appenninica danneggiata dal sisma, come ha ricordato l'assessore regionale all'Agricoltura Anna Casini.

Un territorio, come ha ricordato Anna Casini, che vive di agricoltura e zootecnia e che ora riceve un ulteriore sostegno. Sostegno che deve servire a scongiurare il rischio che gli allevatori vendano gli animali per recuperare quanto perduto, innescando un circolo vizioso che non guarda più al futuro.

"I danni causati dal terremoto al patrimonio zootecnico sono stati elevati - ha concluso l'assessore, ringraziando il ministro Martina per l'opportunità offerta - ma ora gli allevatori possono contare su un sostegno concreto e consistente da parte del ministero e della regione Marche".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.667 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner