Attrezzature per l'alimentazione animale, infortuni e sanzioni

Sicurezza sul lavoro - Carro desilatore-miscelatore: una macchina pericolosa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

desilatore-alfger.jpg

Allevamenti zootecnici, desilatore
Fonte foto: Ispesl

Nella gestione di un allevamento zootecnico l’operazione di alimentazione del bestiame riveste particolare importanza.

La corretta scelta delle attrezzature per tale operazione, rientra in un'ottica di contenimento dei costi. Le attrezzature disponibili sono numerose. Alcune sono di utilizzo pressoché generale in tutti i tipi di allevamento, mentre altre sono di impiego specifico solo per alcune categorie di animali.

In questa scheda facciamo riferimento ai mezzi meccanici impiegabili nell’alimentazione, più in dettaglio, le macchine impiegabili negli allevamenti per la produzione di latte.

La macchina in analisi è il carro desilatore-miscelatore, una macchina operatrice atta a prelevare da un cumulo, sminuzzare, miscelare e distribuire alimenti di diversa pezzatura.
La macchina, in base alle caratteristiche costruttive, può essere classificata in semovente o trainata e ad asse orizzontale o verticale: il primo autonomo, il secondo dipendente dalla trattrice agricola sia per la trazione che per l’azionamento degli organi di lavoro.
Può essere integrata da una benna o da una fresa a comando idraulico, con zona di lavoro sulla parte frontale della macchina (tipo semovente), oppure posta sulla parte posteriore (tipo trainato) per il carico dei componenti della razione.

Profilo di carro desilatore trainato (Fonte: Ispesl)

La macchina nel suo utilizzo è particolarmente pericolosa, un qualsiasi infortunio può avere conseguenze nefaste per il personale che si trova ad operare nel raggio d’azione. Alcuni rischi conseguenti ad un impiego imprudente si traducono: nella presa, trascinamento e contatto con organi in movimento e di trasmissione del moto; caduta dell'operatore nella tramoggia, cesoiamento, lancio di materiale, schiacciamento, ribaltamento o investimento.

Per meglio far percepire le conseguenze degli infortuni, dovuti ad improprio uso delle macchine, riportiamo, ripromettendoci di farlo anche per le prossime schede, alcuni infortuni realmente accaduti, presi dalla banca dati dell’Ispesl - Area progetto Infortuni Mortali.

Profilo di carro desilatore semovente (immagine Ispesl)

Incidente con carro desilatore: Descrizione della dinamica
Il lavoratore, coadiuvante dell'impresa agricola famigliare, si trovava in una stalla e doveva caricare del fieno all'interno di un desilatore orizzontale (trainato). Il desilatore era già carico di insilato e le coclee di tranciomiscelazione erano in rotazione.
Il carro era abbassato a terra e il braccio sul quale è installato il tamburo rotante era sollevato e fermo, l'operazione di caricamento doveva avvenire manualmente con un tridente dalla bocca di carico posteriore.
Le operazioni di carico del fieno non erano ancora iniziate quando per motivi sconosciuti il lavoratore è finito all'interno del desilatore (si ipotizza che il lavoratore si fosse sporto all'interno del carro per togliere un groviglio di fili di nylon al'interno del carro).
Non c'erano testimoni all'interno della stalla o nelle vicinanze.

Fattori
Attività infortunato: Il lavoratore si è sporto all'interno del carro desilatore
Utensili, macchine, impianti: Le coclee del desilatore erano accessibili ed in rotazione.

 

CHECK LIST CON SANZIONI

Macchine o attrezzature

Requisiti da controllare

Punto di violazione

Articolo

Articolo di sanzione

Sanzione

CARRI DESILATORI

Nelle macchine con utensili di taglio e di carico o porta di carico è garantita la protezione contro il pericolo di impigliamento e trascinamento causati dal dispositivo di miscelazione e/o di trinciatura? (Rif. par.

5.6.1.2 della EN 703: 2004

Se la macchina è CE post 2004

Art. 70 comma 1.

 

Se CE ante 2004

Disposizioni 302 bis

 

Se macchina non CE

6.1 Allegato V° parte I

70 comma 1

 

Linea guida

ISPESL

 

71 comma 1

87 comma 2 lettera a)

 

Disposizioni ex art.

302 bis

 

87 comma 2 lettera c)

Arresto da tre a sei mesi o ammenda

da € 2.500 a € 6.400.

 

 

 

 

 

 

Arresto da tre a sei mesi o ammenda

da € 2.500 a € 6.400

Dal posto di lavoro o di guida la macchina presenta un’adeguata visibilità dell’area di lavoro degli utensili di taglio e di carico o porta di carico? (Rif. par. 5.3 della EN 703: 2004)

Se la macchina è CE post 2004

Art. 70 comma 1

 

Se la macchina è ante CE

valutare 2 ipotesi:

2.1 Allegato V° parte I

 

2.6 Allegato V° parte II

70 comma 1

 

71 comma 1

 

70 comma 2

87 comma 2 lettera a)

Se post 2004

 

Disposizione ex 302

bis se CE ante 2004

 

87 comma 2 lettera c)

 

87 comma 4 lettera a)

Arresto da tre a sei mesi o ammenda

da € 2.500 a € 6.400

 

Arresto da tre a sei mesi o ammenda

da € 2.500 a € 6.400.

 

Sanzione amministrativa da 500 a

1800 €

 

Rubrica dedicata alla sicurezza sul lavoro in agricolturaAlfonso Germinario

Sicurezza sul lavoro in agricoltura

alfonso.germinario@agronotizie.it

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.270 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner