Oggi dalla sede di Treviglio (Bg) di SDF escono trattrici Stage V, ma anche persone vaccinate contro il coronavirus. Attivo da giugno 2021, l'hub vaccinale del Gruppo ha funzionato prima per dipendenti, familiari e fornitori aziendali per poi divenire hub regionale lo scorso ottobre dando un valido contributo alla Fase 3 della campagna anti covid-19 in Lombardia.

Il 25 gennaio 2022 il Centro ha raggiunto le 25mila dosi somministrate di vaccini. Nelle cinque postazioni dell'hub si fanno circa cinquecento dosi giornaliere, l'80% delle quali sono terze. La percentuale delle prime e seconde dosi è cresciuta a gennaio passando dal 10% di ottobre e novembre all'attuale 20%. A Treviglio, si somministra anche il vaccino antinfluenzale ai cittadini immunodepressi fragili e agli over ottanta: nei mesi scorsi sono state erogate 3mila dosi.

SDF è stata la prima impresa ad avviare un piano vaccinale nella provincia di Bergamo e tuttora è l'unica realtà impegnata in tale attività. Il costruttore ha portato avanti l'iniziativa in collaborazione con l'Asst Bergamo Ovest, la Protezione Civile, la Cooperativa di Medici di Famiglia "Iniziativa medica lombarda" e l'Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo.

"In questo momento la campagna vaccinale è cruciale per la tutela della salute della popolazione e la ripresa del Paese" dichiara Lodovico Bussolati, ceo di SDF. "L'importante traguardo raggiunto dall'hub vaccinale conferma il nostro impegno e quello delle istituzioni coinvolte nel supportare concretamente la comunità e il territorio".

sdf-hub-vaccinale-gennaio2022.jpg
Il centro di vaccinazione è situato nell'auditorium dell'headquarter di SDF Fonte foto: SDF