Kubota M5001 N: pronti per la prova costume

La snellezza è solo una delle carte vincenti dei trattori specializzati, agili, maneggevoli e indicati per lavorare con ogni tipo di attrezzatura tra i filari più stretti di vigneti e frutteti

Contenuto promosso da Kubota Europe S.a.s. - Filiale Italiana
kubota-m5101-n-agrumeto.jpg

Trattrice Kubota M5101 N in agrumeto
Fonte foto: Kubota

Durante il lockdown per contenere la diffusione del Covid-19, non tutti sono ingrassati. Restano "snelli" come in passato i trattori M5071-M5091-M5101 N (N sta per Narrow) di Kubota che - con l'arrivo della bella stagione - tornano a supportare gli operatori in vigneto e frutteto, muovendosi senza problemi negli spazi angusti.

Con dotazioni eccellenti che garantiscono alte prestazioni anche nelle lavorazioni più impegnative, i tre modelli a carreggiata stretta della Serie M5001 N sono proposti nelle versioni Access, Dual Speed e Dual Speed G-Pto che differiscono tra loro per le caratteristiche di trasmissione e Pto. Tutte le versioni sono disponibili sia con cabina e piattaforma piana (allestimento DTNQ) sia con arco di protezione abbattibile e piattaforma semi-piana (allestimento DTN).

Protagonisti di una campagna di sostegno, gli M5001 N con soluzioni 4.0 sono acquistabili con il credito di imposta previsto dalla legge di Bilancio 2020. "Sugli specializzati possono essere montati in after-market una centralina che si occupa della raccolta dei dati e del loro trasferimento in cloud per il controllo dei mezzi da remoto, ma anche un cavo e un monitor Isobus per la gestione delle attrezzature Isobus" afferma il product manager Felice Santarcangelo"Il 70% delle trattrici Kubota vendute quest'anno sul mercato italiano dai nostri concessionari è adeguato all'agricoltura 4.0".
 
Kubota M5001 N con arco di protezione in frutteto
Kubota M5001 N con arco di protezione in frutteto
 

Motori dalle performance eccezionali

Indicati per le situazioni in cui il gioco si fa duro, i resistenti propulsori a 4 cilindri, 4 valvole per cilindro Kubota V-3800 TIE 4F da 3.8 litri erogano potenze nominali (97/68/CE) di 73, 93-94 e 104-106 cavalli rispettivamente nelle versioni con arco e con cabina degli M5071, M5091 e M5101 N. Da sottolineare che i trattori con arco di protezione raggiungono la potenza massima a 2.400 giri al minuto contro i 2.600 giri al minuto dei cabinati. La coppia massima - pari a 270, 293 e 342 newtonmetri sui tre modelli - è fornita a 1.500 giri al minuto.

Oltre alla ridotta rumorosità, i motori con sistema di iniezione common rail vantano la conformità allo standard sulle emissioni Stage IIIB grazie alla presenza di una valvola EGR esterna, di un catalizzatore DOC e di un filtro antiparticolato diesel DPF (sotto cofano), che può essere rigenerato in modalità manule o automatica.
"Nel primo caso, l'operatore avvisato tramite prima un alert sul monitor e poi un segnale acustico deve fermare il mezzo e premere un pulsante per eseguire la rigenerazione in quindici minuti. Nel secondo caso, senza interrompere il lavoro, il conducente deve mantenere il motore a un numero di giri costante (1.600 giri al minuto) per almeno quindici minuti così da raggiungere una temperatura sotto cofano pari a 600 gradi che brucia il particolato sul filtro" spiega Santarcangelo, aggiungendo che l'introduzione di propulsori Stage V sull'intera gamma Kubota (compresa la Serie M5001 N) è prevista da gennaio 2021.
 
Motore Kubota V-3800 Stage IIIB sul modello M5101 N
Motore Kubota V-3800 Stage IIIB sul modello M5101 N

Il Gruppo ha dotato gli M5001 N di due funzioni standard per la regolazione dei giri motore. "Attivabile con un pulsante sul pannello di controllo, la funzione Work Cruise consente di mantenere il regime motore costante quando il carico è maggiore, mentre - chiarisce il product manager - la memorizzazione dei giri minimi e massimi del motore permette di regolare i due regimi e richiamarli tramite un pulsante sulla consolle laterale agevolando le attività a fine campo". Nella parte inferiore della cabina sono installati due serbatoi del carburante con una capienza massima di 76 litri.
 

Cambi marcia, facili da gestire sugli M5001N

Sui trattori in versione Access, i propulsori possono essere abbinati a una trasmissione meccanica con sei marce sincronizzate e tre gamme da 18AV + 18RM. "Nelle versioni Dual Speed e Dual Speed G-Pto, è disponibile una trasmissione con stesso numero di marce e gamme a doppia velocità dotata di mezza marcia sotto carico idraulica che offre 36AV + 36RM" precisa Santarcangelo. Entrambe le trasmissioni permettono di effettuare i cambi marcia con estrema delicatezza e quindi di eseguire agevolmente ogni operazione in vigneto e frutteto.

Plus della trasmissione da 36AV + 36RM sono il pulsante "senza frizione", che serve per passare da uno all'altro dei sei rapporti con facilità, e la mezza marcia sotto carico Hi-Lo, che consente di cambiare rapporto in modo rapido. Se il carico aumenta quando il cambio è in posizione Hi, basta premere il pulsante Hi-Lo per ridurre la velocità di avanzamento e aumentare la coppia.
Dotazioni comuni alle due trasmissioni sono l'inversore elettroidraulico, con cui è possibile invertire la direzione di marcia senza l'uso della frizione, e la funzione Over Drive, che permette di limitare il numero di giri motore quando i trattori viaggiano ad alte velocità. La velocità massima di 40 chilometri orari viene raggiunta in modalità Eco (a 2.080 giri al minuto) con consumi di carburante ridotti.
 
Kubota M5101 N su strada
Kubota M5101 N su strada

Anche le manovre sono semplici da eseguire sugli M5001 N con l'esclusivo sistema Bi Speed. "Quando l'angolo di sterzata supera i 35 gradi, il sistema attivabile con un pulsante sul pannello di controllo aumenta in automatico la velocità periferica delle ruote anteriori rispetto a quelle posteriori, riducendo così il raggio di sterzata a 3.95 metri e consentendo di accedere ai filari con una sola manovra" sottolinea il product manager. "Da segnalare anche il ponte anteriore dal layout unico con ingranaggi conici che conferiscono grande manovrabilità ed elevata luce libera da terra".
 

Idraulica: versatilità garantita

Davvero performanti, i trattori stretti di Kubota sono in grado di operare in sicurezza con differenti attrezzature - anche quelle più pesanti - grazie all'impianto idraulico flessibile e al robusto sollevatore posteriore di categoria II con controllo di posizione e sforzo controllato.

Una pompa idraulica invia 63 o 69 litri la minuto ai distributori idraulici anteriori e posteriori (due di serie, fino a cinque in opzione sui cabinati, fino a tre sui piattaformati) e al sollevatore posteriore con capacità massima di 2.300 chilogrammi. Cinque distributori idraulici con controllo di flusso consentono di eseguire contemporaneamente diversi tipi di attività con un solo attrezzo, facilitando anche le operazioni più complesse.
 
Sollevatore posteriore da 2.300 chilogrammi sui Kubota M5001 N
Sollevatore posteriore da 2.300 chilogrammi sui Kubota M5001 N

Completa l'equipaggiamento degli M5001 N una Pto posteriore indipendente ad innesto elettroidraulico che presenta fino a tre velocità (540/540Eco di serie, 1000 in opzione) e può essere gestita tramite un pulsante. "La Pto è sincronizzata all'avanzamento sui trattori in versione Dual Speed G-Pto (Ground-Pto) con cabina" precisa Santarcangelo. L'innesto con sistema di automodulazione permette l'avvio morbido degli attrezzi evitando danni, mentre l'attivazione automatica del freno dell'albero della Pto al momento del suo disinnesto consente l'arresto sicuro degli implement.
 

Trattori Kubota nel segno del comfort

La spaziosa cabina a sei montanti con piattaforma piana degli M5001 N ha tutti i requisiti per rendere le lavorazioni piacevoli per l'operatore, che può concentrarsi sulle operazioni ottenendo buoni risultati senza fatica. "Il confortevole abitacolo con finestrini molto ampi offre un'eccellente visibilità a 360 gradi e un'altezza notevole tra la testa del conducente e il tetto" commenta il product manager.

Componenti collaudati, comandi disposti in modo ergonomico sul lato destro, un sedile a sospensione pneumatica (di serie) e un volante inclinabile fino a 40 gradi consentono di affrontare al meglio le lunghe giornate di lavoro. Filtri a carboni attivi fanno sì che la cabina, per ora priva di impianto di pressurizzazione, sia omologata in categoria 2.
 
Cabina dei Kubota M5001 N
Cabina dei Kubota M5001 N

A bordo, l'operatore trova l'Intellipanel multifunzione con schermo LCD a visualizzazioni multiple che permette di accedere rapidamente ai dati operativi, alle funzioni essenziali e di gestire al meglio il trattore. Il sistema di climatizzazione e le sospensioni silent-block aumentano ulteriormente il comfort.
 

Tecnologia Isobus, ciliegina sulla torta

Ultima chicca dei Kubota M5001 N - dotati di guida assistita - è il kit di adattamento che consente di trasformarli in trattori Isobus per garantire agli operatori i vantaggi dell'agricoltura di precisione. Con il kit, il controllo delle attrezzature Isobus e l'archiviazione dei dati diventano realtà assicurando - tra le altre cose - la riduzione delle quantità di prodotti usati e un notevole risparmio di denaro.
 
Il conducente può visualizzare le informazioni relative all'attrezzo e gestire le sue impostazioni sui terminali Isobus touchscreen IsoMatch Tellus Pro da 12 pollici o Go da 7 pollici in cabina. Su IsoMatch Tellus Pro, è possibile tenere d'occhio simultaneamente due funzioni o due attrezzature Isobus in due schermate separate. Oltre ai due display certificati ISO 11783 e regolabili per l'adattamento alle esigenze dell'operatore, è disponibile anche il monitor K per la visualizzazione delle immagini delle videocamere (fino a quattro).