Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Sensing4Farming, accoppiata vincente tra Iot e satelliti

Sensing4Farming è una piattaforma che sfrutta le immagini satellitari e i dati raccolti al suolo per offrire all'agricoltore un supporto alle decisioni agronomiche

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

campi-satellite-esa.png

Le immagini satellitari sono utili per monitorare lo stato di salute dei campi
Fonte foto: Esa

Immagini satellitari, sensori al suolo e algoritmi di analisi dei dati. Sono questi gli elementi dietro a Sensing4Farming, una piattaforma a supporto delle decisioni che mette l'agricoltore nelle condizioni di ottenere il massimo dai propri campi.

La piattaforma, per ora disponibile in Spagna, fornisce dati sul vigore della vegetazione e consigli agronomici per evitare ad esempio lo stress idrico della coltura, prevenire l'insorgenza di malattie o lo sviluppo di insetti dannosi. Il tutto con una interfaccia semplice, accessibile da smartphone o tablet.

Il cuore di Sensing4Farming è Siti4farmer, un modello di analisi dei dati che fornisce informazioni utili all'agricoltore. Realizzato dall'italiana Abaco, Siti4farmer mette assieme dati provenienti da satelliti e sensori in campo con altri di natura agronomica, ambientale e gestionale.

Partner del progetto è infatti Digital Globe, del gruppo Maxar Technologies, che fornisce immagini satellitari ad alta risoluzione, in grado di 'fotografare' i campi con una risoluzione di 50 centimetri. Le immagini, ottenute con sensori multispettrali, grazie ai servizi offerti da Gmv, vengono elaborati indici (come Ndvi, Ndre, Lai, ecc.) che rivelano lo stato di vigore della coltura nella varie fasi fenologiche.

Oltre alle immagini satellitari la piattaforma di Abaco analizza anche i dati al suolo provenienti dai sensori di Qampo, società spagnola che installa capannine meteo e sensori nel terreno per registrare diversi parametri come l'umidità nel suolo e nell'aria, la forza del vento, la temperatura atmosferica, le precipitazioni e così via.

A connettere i sensori in campo con la piattaforma Sensing4Farming ci ha pensato Vodafone che è molto attiva nello sviluppo di soluzioni di connettività per l'Iot (Internet of things). Grazie alla sua tecnologia basata sulla banda stretta Vodafone permette ai sensori in campo di dialogare con la piattaforma sviluppata da Abaco e da Gmv, multinazionale partner del progetto per l'analisi in real time dei dati e lo sviluppo di algoritmi e modelli predittivi per le aziende.

Il lancio di Sensing4Farming è avvenuto a Barcellona in occasione dell'IoT Solutions World Congress 2018 da parte di Vodafone. "Si tratta di un passo importante che conferma la leadership di Abaco nel panorama internazionale e della capacità di integrarsi con altre aziende specializzate a livello globale", ha raccontato ad AgroNotizie Alberto Iori ceo di Abaco. "Continua il nostro impegno, a partire dal nostro paese, a sviluppare software per il trasferimento dell'innovazione in agricoltura in una logica di integrazione con altri partner tecnologici e di servizi agronomici e a favore delle filiere agricole italiane di eccellenza".

Il progetto Sensing4Farming parte dalla Spagna con l'azienda vitivinicola Bodegas Emilio Moro, prima implementazione nel settore vitivinicolo promossa da Vodafone Spagna.

La piattaforma fornisce informazioni essenziali per il monitoraggio delle colture e per il supporto alle decisioni attraverso indici e modelli coadiuvati da un sistema di supporto gestionale ad agricoltori, agronomi, cooperative. Grazie ad una interfaccia semplice, accessibile anche attraverso app, Sensing4Farming consente di monitorare e ottimizzare l'uso dei mezzi tecnici in agricoltura e migliorare le performance quantitative e qualitative delle produzioni agricole.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner