Motori retroversi per Kubota

La Casa del Sol Levante lancia il “Bx 2350”, un trattore compatto e polivalente

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

kubota-bx2350.JPG

Il Kubota Bx 2350
Fonte foto: Macchine Trattori - Editoriale Orsa Maggiore

Non è la prima volta che una casa trattoristica ricorre all’installazione del motore in posizione retroversa. Questa soluzione prevede che la testata sia rivolta verso l’operatore.

Un assetto costruttivo di non facile approccio, per motivi di utilizzo degli spazi e di mantenimento di buoni livelli di comfort. Tra i vantaggi concreti offre però la possibilità di disporre di una piattaforma piana, priva di inutili ingombri. Un vantaggio strategico quando si parla di trattori orientati al garden e alla multifunzionalità.

I nuovi 'Bx 2350' sono trattori compatti e polivalenti e dagli elevati standard per quanto riguarda il comfort. Il motore è un tre cilindri aspirato della serie “D902”, collegato a una trasmissione di tipo idrostatico, gestibile mediante pedali separati per la marcia avanti e la retro.

Grande qualità della nuova gamma Kubota è l'eliminazione del surriscaldamento delle gambe dell'operatore, il quale poteva patire a lungo andare di temperature eccessive.

I nuovi Bx 2350 sono equipaggiati con prese di forza posteriori e ventrali, come pure di un caricatore da 235 chili di capacità.

I nuovi Bx 2350 di Kubota sono in ultima analisi i mezzi dal rapporto equilibrato fra prestazioni e maneggevolezza, come pure rappresentano una reale novità nel settore della manutenzione professionale del verde.

 

 


L'articolo completo

è disponibile nel pdf allegato

(vedi on line, in calce all'articolo)

Tratto da Macchine Trattori - marzo 2012

in collaborazione con Editoriale Orsa Maggiore

 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Editoriale Orsa Maggiore

Autore:

Tag: macchine agricole

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.177 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner