AGCO e Laverda: la lunga estate calda

Da metà 2010 la produzione di mietitrebbie verrà trasferita dallo stabilimento danese di Sanders a quello Laverda di Breganze

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

AGCO-logo-company.jpg

Tutti sanno, chi più chi meno, quanto un trasloco sia impegnativo. Figuriamoci quando un trasloco preveda niente po’ po’ di meno che il trasferimento della produzione di mietitrebbie. AGCO ha infatti confermato i piani di sviluppo per lo stabilimento della Joint Venture di Breganze, in Italia, dedicato alla produzione di mietitrebbie, con l’obiettivo di incrementare la produzione di mietitrebbie in Europa Occidentale. Gli impianti produttivi di Laverda sono infatti stati considerati come “Centro di Eccellenza” europeo per il settore della raccolta. Il piano AGCO prevede quindi la chiusura del proprio stabilimento di Randers, in Danimarca, nel quale continuerà sino alla metà del 2010 l’attività di assemblaggio della gamma di mietitrebbie ad alta produttività, a 8 scuotipaglia, e della mietitrebbia ibrida di nuova concezione. Dopo tale periodo, comincerà la produzione traslocherà a Breganze

Lo spostamento è parte integrante di una complessiva strategia di lungo termine con cui AGCO intende accelerare lo sviluppo in Europa delle proprie attività di produzione di macchine e attrezzature da raccolta, ampliando al contempo le proprie gamme di mietitrebbie.
Lo stabilimento di Breganze produce per AGCO già dal 2004. Da anni quindi le mietitrebbie Massey Ferguson, Fendt e Challenger destinate alla distribuzione in Europa, Africa e Medio Oriente, hanno un’impronta italiana. Questa partnership si è ulteriormente rafforzata, quando AGCO, nel giugno 2007, ha acquisito il 50% del pacchetto azionario di Laverda S.p.A. dal Gruppo Argo. “La produzione, l’assemblaggio e la fornitura da un unico stabilimento concentreranno un’attenzione e una continuità ancora più forti in favore delle nostre attività nel settore delle mietitrebbie e permetterà un utilizzo più efficace della capacità produttiva, maggiori efficienze e un incremento in termini di competitività” ha dichiarato Gary Collar, Senior Vice President e General Manager AGCO EAME/ANZ.

Lo stabilimento di Breganze occupa 450 addetti e produce mietitrebbie da oltre 50 anni. L’attuale sito industriale, inaugurato nel 1979, occupa una superficie di ben 22 ettari ed è uno dei più moderni ed efficienti complessi produttivi dedicati alla produzione di macchine e attrezzature agricole in Europa. Dall’inizio della collaborazione con AGCO la produzione di mietitrebbie è quasi raddoppiata e, con l’aggiunta di queste ultime macchine, è destinata a ulteriori significativi incrementi. Per adeguarsi a queste crescenti sfide sono stati effettuati investimenti nella riorganizzazione della supply chain e del processo produttivo, comprendendo l’installazione di robot di saldatura e stazioni taglio laser automatizzate. A trasferimento ultimato, a Breganze verrà prodotta una gamma completa di mietitrebbie comprendente macchine a 5, 6 e 8 scuotipaglia, nonché la nuovissima mietitrebbia ibrida, presentata nel novembre 2009 in anteprima ad Agritechnica, dove è stata insignita del premio “Macchina dell’Anno”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Laverda

Autore:

Tag: macchine agricole

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.481 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner