Umbria, novità su come segnalare i danni da calamità

Dal 1° aprile 2021 la modalità di segnalazione dei danni causati da eventi naturali sarà diversa e interamente on line

grandine-maltempo-by-georgeion88-fotolia-750.jpeg

Calamità naturali, da aprile l'Umbria cambia le procedure di segnalazione (Foto di archivio)
Fonte foto: © georgeion88 - Fotolia

L'Umbria cambia le modalità di segnalazione dei danni alle coltivazioni e alle infrastrutture agricole causate da calamità naturali a partire dal 1° aprile 2021.

Sia le segnalazioni dei danni che le domande di risarcimento dovranno essere presentate tramite una procedura informatizzata disponibile nel sito istituzionale della Regione Umbria.

I danni, segnalabili con la nuova procedura, sono solo quelli causati al settore agricolo da eventi riconducibili ad avversità atmosferiche e altre avversità naturali che possono essere oggetto di indennizzo, come stabilito dal decreto legislativo n. 102/2004.

In questi casi la Regione Umbria si attiva presso il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e per consentire l'eventuale riconoscimento di contributi o agevolazioni facendo ricorso al Fondo di solidarietà nazionale.

La procedura dovrà essere fatta sulla seguente pagina, dove si dovrà selezionare l'ente a cui fare la segnalazione o la domanda, cioè la Regione Umbria; poi dall'elenco degli argomenti si dovrà selezionare la voce 'calamità naturali' e dall'elenco servizi la voce 'Richieste ai sensi del decreto legislativo 29 marzo 2004 n.102 art. 5'.

Quindi, nella casella dell'elenco istanze si dovrà scegliere se fare una segnalazione (entro 20 giorni dall'evento calamitoso) o una domanda di contributo o di prestito e poi accedere con le proprie credenziali per fare la compilazione della istanza scelta, entrando con il proprio Spid o smartcard o tramite FedUmbria.

Fino al 31 marzo 2021 sarà ancora possibile effettuare le segnalazioni e le domande con il vecchio metodo come fatto fino ad oggi.

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina ufficiale della Regione Umbria dove sono riportati i passaggi da seguire per la nuova modalità, con le istruzioni da seguire passo per passo così come si vedranno sulla schermata del computer.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.260 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner