Agricoltura 4.0: al via l'accordo tra Vodafone e Alleanza cooperative agroalimentari

L'intesa vuole proporre alle cooperative associate servizi e collaborazioni nel campo della smart agriculture

firma-accordo-agricoltura-4-0-sx-giorgio-mercuri-alleanza-cooperative-agroalimentari-e-dx-alessandro-canzian-vodafone-nov-2019-fonte-alleanza-cooperative-agroalimentari.jpg

A sinistra Giorgio Mercuri, presidente di Alleanza cooperative agroalimentari e a destra Alessandro Canzian, head of corporate sales & innovative services in Vodafone

"Nel mondo cooperativo c'è una attenzione crescente alle innovazioni e alle nuove tecnologie, che stanno assumendo un ruolo sempre più strategico per la competitività del comparto".
Partendo da questo presupposto, Giorgio Mercuri, presidente dell'Alleanza cooperative agroalimentari, ha ufficializzato l'accordo siglato con la Vodafone.

Firmata lo scorso 28 novembre a Roma, l'intesa vuole proporre alle cooperative associate un ampio ventaglio di servizi e di collaborazioni nel campo della smart agriculture.

"Abbiamo scelto di farci affiancare da Vodafone in un percorso di ammodernamento del comparto, in cui le nostre aziende cooperative non partono certo da zero. In particolare - ha proseguito Giorgio Mercuri - per rispondere alle aspettative e alle crescenti richieste di trasparenza dei consumatori abbiamo bisogno che le aziende riescano a trasferire tutte le fasi di lavoro che ci sono dietro un prodotto. Questo possiamo farlo solo tracciando in modo innovativo le nostre produzioni attraverso il ricorso alla blockchain, una tecnologia in forte crescita proprio perché ha il vantaggio di arrivare direttamente ai consumatori".

La blockchain consente ai consumatori, attraverso una generica app che rileva il QR-code applicato sull'etichetta di un prodotto, di visualizzare sullo smartphone il campo in cui un prodotto è stato coltivato e seguire i singoli passaggi e metodi del processo produttivo. La tecnologia blockchain può essere utilizzata in innumerevoli altre applicazioni per rispondere alle esigenze delle aziende.

L'azienda di telecomunicazioni è pronta a sviluppare per le principali cooperative servizi e progetti innovativi come app per smartphone e tablet, sensori per il controllo di parametri agroclimatici, sistemi informativi gestionali e tecnologie blockchain.

"L'obiettivo che ci poniamo come Vodafone business - ha precisato Alessandro Canzian, head of corporate sales & innovative services in Vodafone Italia - è quello di sviluppare un completo ecosistema di soluzioni, replicabili e scalabili a supporto della produttività e sostenibilità delle aziende agricole italiane combinando la migliore connettività fissa e mobile con la piattaforma di servizi IoT, Analytics e Cloud. L'utilizzo esteso di soluzioni IoT, da parte delle piccole imprese agricole riunite in cooperative e rappresentate nell'Alleanza cooperative agroalimentari, permetterà da un lato di porre maggiore attenzione al raccolto, alla lavorazione e alla conservazione, e dall'altro di favorire il passaggio ad un'agricoltura, dove i dati - raccolti in tutta la filiera - rendono evidente la qualità del prodotto".

"Andremo
- ha concluso - ad automatizzare alcuni elementi della blockchain per semplificare l'adozione di questa tecnologia da parte di tutti i soggetti che fanno dell'Alleanza cooperative agroalimentari un soggetto importante per guidare la trasformazione digitale del settore agroalimentare".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.506 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner