Tracciabilità, Dop e Igp italiani si rafforzano

Il progetto, siglato tra il Csqa certificazioni e l'Istituto poligrafico, ha l'obiettivo di proporre soluzioni tecnologiche necessarie alla tutela e alla promozione delle specialità del nostro Paese

firma-accordo-ipzs-csqa-2018-fonte-csqa.jpg

Il progetto si è avvalso anche della collaborazione della Fondazione Qualivita 

Per rafforzare la tracciabilità dei prodotti Dop e Igp italiani e offrire un'efficace comunicazione ai consumatori, il Csqa certificazioni e l'Istituto poligrafico e Zecca dello stato hanno siglato, lo scorso 10 settembre, un accordo di collaborazione.

Inserita nel quadro di attività per la valorizzazione delle filiere di qualità, l'intesa ha l'obiettivo di mettere a disposizione degli operatori del settore e dei cittadini le competenze professionali e le soluzioni tecnologiche necessarie alla tutela e alla promozione delle specialità del nostro Paese.

Il progetto si è avvalso anche della collaborazione della Fondazione Qualivita da sempre attenta ai temi della tutela del made in Italy agroalimentare di qualità e dell'innovazione, in un dialogo costante con i Consorzi di tutela Dop e Igp
Per quest'ultimi, l'accordo tra Csqa e Ipzs costituisce infatti una preziosa opportunità per compiere un passo in avanti significativo in materia di tracciabilità delle produzioni a indicazione geografica, rafforzando la trasparenza e la valorizzazione dei prodotti, delle aziende e dei territori. 

Il presidente di Csqa Paolo Perini, soddisfatto della partnership importante, ha sottolineato: "Questo progetto è in grado di unire competenze diverse, innovative e tutte italiane che svilupperanno progettualità orientate a rendere ancora più efficace il sistema della certificazione e dei controlli nel settore agroalimentare di qualità".

"Questa collaborazione tra Csqa e l'Istituto poligrafico nasce con lo scopo di fornire un servizio volontario - ha invece dichiarato l'amministratore delegato e direttore generale di Csqa Pietro Bonato - a favore dei prodotti di qualità italiani. L'adozione delle nuove tecnologie a supporto dell'identificazione univoca e della rintracciabilità assicura una sempre più rigorosa e agevole disponibilità delle informazioni e dall'altro permette di valorizzare, posizionare ad un livello sempre più alto i prodotti e di renderli immediatamente riconoscibili al consumatore".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner