AgriFoodTech, i consigli di chi accelera startup

Il 25 gennaio 2018 si terrà a Roma il Demo Day di Startupbootcamp FoodTech, l'evento in cui le otto startup accelerate presenteranno agli investitori il loro progetto. Come entrare in un acceleratore e come convincere gli investitori? I consigli del ceo Peter Kruger

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

startupbootcamp-sett-2017-articolo-tommaso-cinquemani-fonte-startupbootcamp.jpg

Il 25 gennaio 2018 si terrà a Roma il Demo Day di Startupbootcamp FoodTech
Fonte foto: Startupbootcamp FoodTech

Perché una startup abbia successo serve un team affiatato e idee rivoluzionarie, inaspettate, con il giusto mix di concretezza ed 'effetto wow'. Il Business plan? Non è assolutamente necessario, anzi. Questo non vuol dire che si devono ignorare i numeri, specialmente quelli del mercato in cui si opera. Gli investitori guardano alla scalabilità e al mercato potenziale.
Sono queste alcune delle idee espresse da Peter Kruger, ceo di Startupbootcamp FoodTech, durante una intervista ad AgroNotizie in vista del Demo Day, che si terrà il 25 gennaio 2018 a Roma presso lo Spazio Novecento.

Startupbootcamp FoodTech è un acceleratore di startup focalizzato sul settore agro-food. Sicuramente il più importante in Italia e il più internazionale. Fa infatti parte di un network di acceleratori sparsi in tutto il mondo che accelera startup che operano in ogni ambito, dalla finanza alle assicurazioni.

E da tutto il mondo arrivano le startup accelerate nell'ultimo programma e che giovedì presenteranno ad una platea di oltre 300 persone, tra investitori ed esperti del settore, le loro idee. Idee che promettono di cambiare la vita di molti agricoltori e consumatori.
 
 

Ecco la lista delle otto startup presenti al Demo Day

CricketOne
Provenienza: Ho Chi Minh City, Vietnam
Descrizione: Grazie ad una tecnologia innovativa e a basso impatto ambientale destinata all'allevamento intensivo dei grilli, CricketOne vuole assicurare una produzione sostenibile e conveniente di proteine animali.

GreenBanana
Provenienza: L'Aia, Olanda
Descrizione: Banane verdi dell'Uganda, legumi e farine vegetali, sono gli ingredienti per la produzione di pasta e prodotti da forno ideati da GreenBanana. Una linea completamente gluten free, la cui produzione assicura ai coltivatori ugandesi di banane verdi uno sbocco sicuro sul mercato europeo.

MyFoody
Provenienza: Milano, Italia
Descrizione: Combattere il problema dello spreco alimentare nella grande distribuzione è la mission di MyFoody, che grazie ad un'app con sistema di geolocalizzazione integrato, permette ai consumatori di individuare prodotti in scadenza a prezzo ridotto e consente ai supermercati di ridurre le eccedenze.

OrganizEat
Provenienza: Tel Aviv, Israele
Descrizione: Grazie alla tecnologia Roc (Riconoscimento ottico dei caratteri), OrganizEat permette di raccogliere qualsiasi ricetta di cucina in un'unica app, scattando una semplice foto senza bisogno di digitare alcun testo.

Orthoponics
Provenienza: Bologna, Italia
Descrizione: Orthoponics offre soluzioni sostenibili, pratiche ed intelligenti per costruire il proprio orto sul balcone di casa. Sfruttando la tecnologia dei sistemi acquaponici, sarà possibile coltivare verdura e ortaggi massimizzando l'utilizzo d'acqua ed eliminando i fertilizzanti.

Serket
Provenienza: Amsterdam, Olanda
Descrizione: Serket ha elaborato un software di riconoscimento facciale che permette di monitorare singolarmente i maiali nei grandi allevamenti. Una tecnologia innovativa che consente agli allevatori di conoscere in tempo reale lo stato di salute dei propri capi ed adottare tecniche di allevamento personalizzate.

Trysome
Provenienza: Brooklyn, Stati Uniti
Descrizione: Trysome è il primo marketplace dedicato ai consumatori attenti all'ambiente e alla salute ed in cerca di prodotti eticamente sostenibili. Una piattaforma dove si garantiscono prezzi vantaggiosi e competitivi grazie ad un sistema di feedback lasciati dagli utenti.

UNAsmart
Provenienza: Rochester, Stati Uniti
Descrizione: Pensato per il mercato statunitense, UNAsmart è il primo coffee maker portatile e ricaricabile, che permette di sorseggiare un buon caffè in qualsiasi luogo senza doversi fermare al bar. Un modo rivoluzionario di intendere il caffè che mira a ridurre lo spreco di materiali per la produzione di tazze in plastica e cartone.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: innovazione app per l'agricoltura startup

Temi caldi: Startupbootcamp FoodTech 2018

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.112 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner