Fedagri Basilicata, Andrea Badursi eletto presidente

L'assemblea si è tenuta nei giorni scorsi a Rapolla (Pz) ed è stata l'occasione per fare il punto sugli interventi per rafforzare la cooperazione agricola nel territorio

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

andrea-badursi-parla27mar2017fedagri-basilicata.png

Andrea Badursi mentre pronuncia il discorso d'insediamento a Rapolla (Pz)
Fonte foto: Fedagri Basilicata

Si è tenuta lunedì 27 marzo 2017, nella sede dell'organizzazione di produttori "Rapolla Fiorente" a Rapolla (Pz), l'assemblea che ha designato ed eletto per acclamazione Andrea Badursi presidente del Consiglio Fedagri Basilicata.

A comporre il Consiglio ci sono inoltre: Daniele Stolfi (Coop "Al laghetto tra i monti"), Pasquale Spada  (Concordia), Giovanni Colangelo (Sviluppo agricolo del Vulture), Giovanni Infantino (Agricoltura 2000), Rocco Grimolizzi (Consorzio viticoltori associati del Vulture), Giuseppe Appio (Primo sole), Michele Intana (Sviluppo Sud), Antonio Sabato (General fuit), Antonio Iannibelli (Primo fiore), Michele Grimolizzi (Rapolla Fiorente), Gerardo Di Noia (Agricola del Vulture), Rosaria Maria Rocco (Associazione produttori olivicoli), Michele Monetta (Co.pro.bio), Gianmario Massocchi (Arpor) e Giuseppe De Venuto (Santa Lucia).
 
L'elezione è stata preceduta da un ampio dibattito che ha avuto fra i relatori: Giorgio Mercuri, Alleanza delle cooperative agroalimentari e presidente di Fedagri nazionale, l'assessore regionale all'Agricoltura Luca Braia, il presidente di Confcooperative Pino Bruno (moderatore dell'iniziativa), Michele Grimolizzi, direttore dell'Op ospitante e Paolo Laguardia, Alleanza delle cooperative Basilicata.
 
Nel suo intervento Luca Braia ha evidenziato i risultati raggiunti con il Psr e spiegato come lo stesso programma offra strumenti importanti agli agricoltori che non sono solo quelli inerenti la misura del "primo insediamento".
 
Nell'introdurre i lavori, Pino Bruno, ha annunciato le importanti iniziative in programma a Nova Siri (Mt) il 27, 28 e 29 aprile 2017 quando si riuniranno, in convention, gli stati generali di Confcooperative Basilicata per affrontare temi strategici che riguardano la cooperazione nei diversi comparti di riferimento.
 
Andrea Badursi, vicepresidente di Asso Fruit Italia, e presidente di Fedagri Basilicata, dopo aver tracciato il quadro generale sintetico della cooperazione in Italia e in Basilicata, si è soffermato sulla cooperazione come "strumento di crescita e sviluppo economico".
Badursi si è poi concentrato sull'opportunità offerta al contesto lucano di "accrescere il valore qualitativo e quantitativo dell'aggregazione in tutte le sue forme, così da portare la Basilicata ai livelli di aggregazione già diffusi nel paese".
 
Paolo Laguardia ha concentrato il suo intervento sull'importanza di "Ottimizzare l'azione della cooperazione per orientarla verso la definizione di una politica regionale sull'agroindustria solida e condivisa".
 
Nel suo intervento conclusivo, Giorgio Mercuri, ha spiegato l'importante ruolo di rappresentanza riconosciuto su scala europea a Fedagri e quindi alla Lega delle cooperative. "Stare insieme per vincere le sfide che ci propongono i mercati, interno, europeo e mondiale. Occorre pensare ad una Europa unita e non un ritorno al passato".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 258.854 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner