Consorzio agrario del Nordest, Federico Dianin confermato presidente

Il Cda ha inoltre conferito l'incarico di vice presidente vicario a Paolo Carra ed ha nominato vice presidenti Davide Ronca, Iacopo Giraldo e Mauro Mantovani

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agricoltura-campo-agricolo-trattore-by-hramovnick-fotolia-750.jpeg

Il Consorzio agrario del Nordest è frutto della fusione del Consorzio agrario lombardo veneto con il Consorzio agrario di Padova e Venezia
Fonte foto: © hramovnick - Fotolia

Il nuovo Consiglio di amministrazione del Consozio agrario del Nordest, nominato lo scorso 21 giugno nel corso dell'assemblea generale dei soci che, contestualmente, ha anche approvato il bilancio di esercizio 2015, il 28 giugno 2016 ha deliberato l'assegnazione delle cariche istituzionali.
Alla presidenza è riconfermato il padovano Federico Dianin, figura di spicco del mondo agricolo veneto.

Durante il precedente mandato ha governato, insieme al direttore generale Pierluigi Guarise, la nascita e lo sviluppo del Consorzio agrario del Nordest, frutto della fusione del Consorzio agrario lombardo veneto con il Consorzio agrario di Padova e Venezia.
Il Cda ha inoltre conferito l'incarico di vice presidente vicario a Paolo Carra ed ha nominato vice presidenti Davide Ronca, Iacopo Giraldo e Mauro Mantovani.

"Il nuovo mandato del Cda - ha dichiarato Federico Dianin - è prima di tutto una grande soddisfazione personale ed un vero motivo di orgoglio. Un ringraziamento particolare a tutti i consiglieri e a tutti i soci. Alle cerimonie istituzionali però dedicherò e dedicheremo solo pochi minuti e già da oggi pomeriggio saremo tutti al lavoro, in campo, come sempre. Abbiamo una responsabilità importante nei confronti delle aziende agricole del territorio".

A fianco, Pierluigi Guarise, ha rafforzato il pensiero di Dianin: "Siamo fortemente focalizzati sui nostri core business e sulla stagionalità. In questi giorni la macchina organizzativa del Consorzio è attiva in particolare nei servizi per la raccolta dei cereali a paglia dove, anche grazie a varie tipologie di contratti quali quelli di gestione o con prezzo minimo garantito, sino certi di poter offrire agli agricoltori tutto quello che serve per il miglioramento del loro reddito. I bravi agricoltori devono essere anche accorti imprenditori; chi vuole fare bene sa di poter contare su di noi e sui nostri servizi distintivi".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.709 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner