Liguria, 30 milioni per le aree svantaggiate

Risorse in arrivo nell'ambito dei Psr 2014-2020 grazie al bando per le indennità compensative, a sostegno dell'attività agricola in particolari aree svantaggiate e di montagna

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

banconote-soldi-by-m-schuppich-fotolia-750.jpeg

30 milioni di euro per le indennità compensative nelle aree svantaggiate in Liguria
Fonte foto: © M Schuppich - Fotolia

La giunta regionale ligure ha approvato l’apertura del bando Psr 2014-2020 dedicato all’indennizzo per il 2016 delle imprese collocate nelle zone svantaggiate e montane della Liguria. La misura ha una dotazione finanziaria complessiva per il quadriennio 2016-2020 di oltre 30 milioni di euro.

Questa misura riconosce un’indennità compensativa per incentivare a mantenere e sviluppare l’attività di quelle imprese agricole che compensano i costi aggiuntivi e il mancato guadagno conseguenti alla particolare collocazione delle aziende agricole - sottolinea l'assessore regionale all'Agricoltura Stefano Mai - Gli indennizzi servono a sostenere chi fa agricoltura in un certo senso coraggiosa e contribuisce col proprio lavoro a difendere anche il territorio dai rischi dello spopolamento e del dissesto idrogeologico”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner