Toscana, approvato da Bruxelles il nuovo Psr da 961 milioni di euro

91 milioni in più rispetto alla Pac 2007-2013. Fra gli obiettivi principali l'innovazione, la redditività, l'ambiente e una gestione corretta di acqua ed energia

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agricoltura-campi-campo-arato-lavoro-agricolo-by-mykola-mazuryk-fotolia-750x750.jpeg

In arrivo le risorse del Psr per le campagne toscane
Fonte foto: © Mykola Mazuryk - Fotolia

961 milioni di euro per il nuovo Psr 2014-2020, 91 in più rispetto alla precedente programmazione. A tanto ammontano le risorse per il nuovo Piano di sviluppo rurale della Regione Toscana, che si è vista approvare definitivamente il piano dalla Direzione generale agricoltura della Commissione Ue. La notifica del Psr si aggiunge ai Programmi operativi, al Fondo europeo per lo Sviluppo regionale e al Fondo sociale europeo, già approvati e operativi da alcuni mesi.

Sono sei le priorità della Toscana, in linea con la strategia Europa 2020: innovazione, redditività, filiera, tutela dell'ambiente, energia rinnovabile, integrazione sociale. Oltre il 45% dei finanziamenti, pari a 438,8 milioni di euro, è destinato alla redditività delle imprese agricole, all'ammodernamento delle aziende e alla diversificazione, oltre che a promuovere l'organizzazione della filiera agroalimentare.

Risorse pubbliche in grado di sostenere interventi per una spesa totale pubblico-privata da circa 1 miliardo di euro. Quasi il 31% delle risorse del Psr, ovvero 297,3 milioni di euro, sarà destinato all'ambiente, per la valorizzazione degli ecosistemi connessi all'agricoltura e alla silvicoltura, alla tutela della biodiversità e alla prevenzione dell'erosione dei suoli. L'11,8% dei finanziamenti, pari a 113,3 milioni, serviranno ad incentivare l'uso efficiente delle risorse idriche ed energetiche, mentre le risorse per lo sviluppo economico e l'inclusione sociale delle comunità rurali ammontano a 98 milioni di euro (10,2% del totale).

Il programma Leader, ovvero la serie di interventi per promuovere lo sviluppo sostenibile delle aree rurali più fragili, è finanziato con 58 milioni di euro. 81 milioni sono invece destinati all'innovazione. Per i primi due bandi, ovvero i progetti integrati di filiera e il pacchetto giovani, sono stati stanziati rispettivamente 90 e 40 milioni di euro. Infatti, l'avvio di nuove imprese agricole, per giovani tra i 18 e i 40 anni, è incentivato con 40mila di primo insediamento, che diventano 50mila per le zone montane. 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: pac innovazione azienda agricola psr ambiente reddito agricolo

Temi caldi: Psr 2014-2020

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.734 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner