Premio Biol, boom di iscrizioni

Fino a domani, venerdì 15 marzo, Andria sarà la capitale dell’olio biologico. Sono circa 350 gli extravergini bio provenienti da 15 Paesi in gara al concorso internazionale

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

inaugurazione-biol-2013.jpg

L'inaugurazione di Biol 2013

Sono circa 350 e provengono da 15 Paesi gli oli extravergini biologici in gara a Biol, la manifestazione che si tiene ad Andria (Bt) iniziata mercoledì 13 e che proseguirà fino a domani, venerdì 15 marzo.


La kermesse vede un panel internazionale di degustatori d’olio, la mostra degli extravergini delle varie aree del mondo, un convegno sulle prospettive olivicole e un focus con esperti dei mercati esteri emergenti.

In occasione del gran finale del 18mo Premio Biol, Castel del Monte sarà invaso da 600 bambini prima immersi in laboratori sull’ecosostenibilità, poi adunati a far da cornice alla proclamazione dei migliori oli biologici al mondo.

La manifestazione, organizzata dal Cibi e promossa da Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari e Città di Andria ha come fine la valorizzazione delle differenze e dei patrimoni culturali che caratterizzano il variegato mondo dell’extravergine d’oliva biologico.

 

I dati

Secondo le ultime rilevazioni al 31 dicembre 2011, se gli operatori biologici italiani sono 48mila, quelli pugliesi sono oltre 5000, il 70% dei quali opera nel settore olivicolo. Dei quasi 140mila ettari di oliveti biologici in Itala, circa 40mila si estendono in Puglia, facendone la seconda regione in Italia (dopo la Calabria).
La superfice bio-olivicola regionale produce 78mila tonnellate di olio biologico, per 60 milioni di euro in valore commerciale: circa 15 milioni in più rispetto a quanto ricaverebbero gli operatori se non lavorassero in regime biologico, ma convenzionale (elaborazioni Biol su dati Sinab).
 

Il programma

Oggi, giovedì 14, proseguono i lavori del panel e, alle 16.30 al Chiostro San Francesco, si terrà il convegno internazionale su “Olio di oliva biologico come fattore di sviluppo locale integrato”, con un focus sui mercati emergenti in India, Cina, Brasile e Usa.
Venerdì 15, giornata BiolKids: dalle 9 a Castel del Monte una baby giuria di alunni pugliesi e tedeschi affiancherà i giurati senior per scegliere l’olio in gara più affine ai giovani palati; alle 11, trasferimento a Castel del Monte, dove i 600 bambini delle scuole primarie di tutte le province pugliesi coinvolte, assieme ai coetanei di Maisach, in Baviera nel progetto BiolKids, animeranno “I laboratori della terra e del villaggio sostenibile” e formeranno un cerchio umano attorno al maniero, prima della proclamazione dei vincitori del Biol, alle 12.


Giuria e premi

La giuria, costituita da 27 esperti provenienti dalle diverse regioni olivicole del mondo, assegnerà vari premi: il “Biol”, rivolto al migliore olio extravergine biologico dell’anno, più altri riconoscimenti sia tematici come il "BiolKids" e il “BiolPack” per il miglior packaging (confezionamento con il miglior design ed etichettatura più chiara), sia territoriali, come il premio al miglior olio da coratina.

Il Premio Biol, è patrocinato da Ifoam e AgriBio Mediterraneo, e si svolge in collaborazione con Gal Le Città di Castel del Monte, Gal Murgia Più, Associazione BiolItalia, Consorzio Puglia Natura.


 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.884 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner