Terremoto, altri 3,4 milioni per gli allevatori

Il Mipaaf in accordo con le regioni colpite ha disposto un nuovo stanziamento per i mancati redditi delle aziende zootecniche danneggiate dal sisma che interesserà oltre 3800 imprese

stalla-vacca-latte-bovini-frisona-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Allevamento, nuovi fondi per gli allevatori colpiti dal sisma
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

E' in corso il pagamento di 3,4 milioni di euro di aiuti straordinari zootecnici, che si aggiungono a quelli già stanziati.

La notizia è arrivata dal Mipaaf che ha concordato il pagamento con gli assessori all'Agricoltura di Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo, attuando il decreto ministeriale del 16 febbraio scorso che prevedeva un'integrazione degli aiuti già erogati.

Fino ad oggi infatti erano stati liquidati 2.499.740 a oltre 3.700 aziende. Con il nuovo stanziamento, saranno interessate 3.826 aziende ricadenti nel territorio colpito dal sisma.

In totale saranno così raggiunti 32,4 milioni di euro erogati come aiuti per i mancati redditi degli allevatori colpiti.

Un provvedimento quello degli aiuti per il mancato reddito che per il Mipaaf è fondamentale per garantire la liquidità alle imprese e scongiurare l'abbandono delle attività zootecniche dell'area terremotata.

Il settore agricolo in generale e zootecnico in particolare è infatti considerato strategico per lo sviluppo e l'economia delle aree colpite, e per questo è stato previsto nell'ultima legge di bilancio anche uno stanziamento di 5,2 milioni da destinare ai pascoli e all'allevamento estensivo, cioè oltre un quarto dei 20 milioni previsti per questo settore a livello nazionale da qui al 2020.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner