Serie R, nuovi sollevatori Bobcat per l'agricoltura

Con motori Stage V, cabina rivista, nuove funzioni del braccio, la linea di telescopici di nuova generazione promette di rivoluzionare il material handling nelle aziende agricole

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

bobcat-tl4380-stagev-2021.jpg

TL43.80, modello di punta della nuova Bobcat Serie R
Fonte foto: Bobcat

Prosegue lo sviluppo della gamma prodotto Bobcat, che ha rafforzato la sua posizione nel 2020. Dopo i telehandler T Stage V e le pale compatte S66-S76 ed L65-L85 lanciate lo scorso anno, arriva la nuova generazione di sollevatori telescopici Serie R per l'agricoltura, presentati insieme ad un'inedita linea di modelli per l'edilizia.

La Serie R "agri" si declina in sette modelli. Ai compatti TL26.60, TL30.60 e TL30.70 con capacità massima di 2,6 o 3 tonnellate e altezze di sollevamento pari a 6 o 7 metri, si aggiungono i modelli di grandi dimensioni TL35.70, TL34.65HF, TL38.70HF e TL43.80HF che possono rispettivamente portate un peso fino a 3.4, 3.5, 3.8 e 4.3 tonnellate6.5, 7 e 8 metri di altezza. Progettati sulla base del feedback dei clienti e costruiti nello stabilimento di Pontchâteau (Francia), i nuovi telehandler sono proposti con garanzia di tre anni o 3mila ore di serie (cinque anni o 5mila ore a richiesta).
 
Caratteristiche dei sette modelli della nuova Bobcat Serie R
Caratteristiche dei sette modelli della nuova Bobcat Serie R

"Pilastro della filosofia Next is Now che prevede la realizzazione di prodotti più efficienti e la diversificazione dell'offerta, i nuovi macchinari combinano - afferma Gustavo Otero, presidente Doosan Bobcat Emea - massime produttività e affidabilità con un comfort elevato ed un funzionamento intuitivo. Con la Serie R miriamo a raddoppiare la produzione di telescopici Bobcat entro il 2025, espandendo ulteriormente la nostra presenza e accelerando la crescita nei mercati agricoli".
 

Motori green e user friendly

Gli ultimi arrivati montano una nuova versione del propulsore Bobcat D34 che eroga potenze nominali di 100 o 135 cavalli e rispetta lo Stage V senza sistema SCR, usando solo il filtro antiparticolato diesel DPF a rigenerazione automatica.

Inoltre, il vano motore facilmente accessibile semplifica la manutenzione del propulsore, mentre il nuovo cofano con profilo più inclinato migliora la visibilità e riduce i punti ciechi del 15% sul lato destro dei mezzi.
 
Sollevatore telescopico Bobcat TL30.70 con motore Stage V e nuovo cofano
Sollevatore telescopico Bobcat TL30.70 con motore Stage V e nuovo cofano

I sollevatori mantengono il robusto telaio a incasso con piastra in acciaio sul fondo che - tipico dei modelli Bobcat - protegge la trasmissione e l'idraulica, e il baricentro basso che assicura grande stabilità. Sono disponibili con quattro pacchetti Agri a scelta, ognuno dei quali include un'attrezzatura specifica per soddisfare determinate esigenze. Il nuovo pacchetto Agri 4 stelle comprende tutte le nuove funzioni per l'aumento del comfort e della produttività.
 

Efficienza, altissima con le nuove funzioni

Amici dell'ambiente, i modelli Serie R sono anche molto performanti grazie a nuove funzionalità che assicurano un controllo più intelligente e una produttività maggiore. La funzione Job Manager consente di salvare e richiamare impostazioni personalizzate per diversi accessori e compiti. In più, il driver può scegliere tra due modalità di marcia, passando da quella normale alla Dynamic, con cambio tra marcia avanti e retro più rapido ed accelerazione o decelerazione più veloci.

Nuove anche le modalità Flex e "semi-granchio". La prima permette di gestire, tramite l'acceleratore a mano, la marcia avanti in modo indipendente dal regime del motore, mentre la seconda è pensata per mantenere le ruote posteriori nella posizione desiderata, spostando il mezzo con le ruote anteriori.
 
Funzioni automatizzate del braccio per il sollevatore telescopico Bobcat TL38.70
Funzioni automatizzate del braccio per il sollevatore telescopico Bobcat TL38.70

Assicurano una movimentazione rapida ed efficiente anche le tre nuove funzionalità automatizzate del braccio. Con la funzione "Massimo angolo di sollevamento" il conducente imposta l'angolo massimo del braccio limitando l'area di lavoro in altezza ed evitando collisioni in edifici bassi. La funzione "Ritorno a terra" consente invece di settare la posizione minima desiderata durante l'abbassamento del braccio impedendo danneggiamenti del terreno o dell'accessorio, mentre l'Auto Grab permette di aprire o chiudere accessori con pinza premendo solo sulla rotellina del joystick.
 

Cabina: comfort ed ergonomia di alto livello

Bobcat ha prestato grande attenzione anche alla cabina, ridisegnata per offrire maggiori spazio e visibilità, insonorizzata per garantire un livello di rumorosità dimezzato e dotata di nuove soluzioni. Inediti interni, comandi retroilluminati facili da identificare grazie al colore, uno scomparto refrigerato o riscaldato, nonché il nuovo sedile a sospensione pneumatica riscaldato Grammer Maximo Dynamic rendono le attività più piacevoli.

Inoltre, il nuovo display LCD a colori con touchscreen più grande (7 pollici), radio incorporata e schermata per chiamate permette la visualizzazione delle informazioni sul lavoro e delle immagini della telecamera posteriore quando si innesta la retromarcia. Integrato sul bracciolo a sospensione e pensato per velocizzare le operazioni, il nuovo joystick multifunzione semplifica l'azionamento delle funzioni del braccio (comprese quelle nuove). Disponibile anche un pacchetto di luci led.
 
Posto guida dei telescopici Bobcat Serie R
Posto guida dei telescopici Bobcat Serie R

"L'obiettivo è quello di offrire un'esperienza utente best in class sfruttando la nuova identità della Serie R" dichiara Olivier Traccucci, product manager telehandlers di Doosan Bobcat Emea. "La cabina riprogettata è uno spazio di lavoro moderno, confortevole e ricco di soluzioni intelligenti".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.206 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner