Case IH Puma: performance e comfort senza paragoni

Hi tech, accattivanti ed ergonomici, i nuovi trattori a passo lungo Puma 185-200-220 Multicontroller e 185-200-220-240 CVXDrive da 224 a 271 cavalli sanno come soddisfare l'operatore

Contenuto promosso da CNH Industrial Italia :: Case IH
caseih-puma-240cvxdrive-2021.jpg

Il top di gamma Case IH Puma 240 CVXDrive in azione
Fonte foto: Case IH

Come i puma si muovono in modo veloce ed elegante nei boschi, così i trattori della gamma Puma di Case IH - oggetto di un recente upgrade - garantiscono velocità, stile, comfort e funzionalità impareggiabili nei campi e su strada. I modelli in versione 2020 combinano nuove estetica ed illuminazione con motori Stage V e varie funzioni aggiuntive che semplificano la vita degli operatori.

I diversi aggiornamenti introdotti nella linea - sempre composta dai modelli compatti Puma 140-175 e standard Puma 185-240, disponibili con tre tipi di trasmissioni - hanno un obiettivo comune: offrire un'esperienza di guida unica.
 
Case IH Puma 185-200-220-240 CVXDrive proposti negli allestimenti Advanced e Professional
Case IH Puma 185-200-220-240 CVXDrive proposti negli allestimenti Advanced e Professional

Tra i quindici modelli disponibili assicurano prestazioni al top i Puma 185-200-220 Multicontroller e i Puma 185-200-220-240 CVXDrive con passo lungo (2.884 millimetri). I primi - proposti negli allestimenti Selection, Advanced e Professional - sono ideali per le aziende agricole ad indirizzo misto, mentre i secondi - negli allestimenti Advanced e Professional - rispondono alle richieste di grandi agricoltori e contoterzisti.
 

Motori green e cofano... abbagliante

Tutti i nuovi Puma possiedono motori a sei cilindri FPT Nef 67 da 6.7 litri con turbocompressore wastegate e intercooler che soddisfano la normativa sulle emissioni Stage V grazie alla tecnologia Hi-eSCR (assente l'EGR raffreddato esterno). Sui Puma 185-200-220-240 i propulsori erogano rispettivamente potenze massime di 224, 245, 260, 271 cavalli (con sistema Power Management) e coppie massime di 940, 1.035, 1.100, 1.160 newtonmetri (a 1.500 giri al minuto).

I trattori motorizzati Stage V consentono l'impiego al 100% di biodiesel HVO e olio biodegradabile, nonché la riduzione degli interventi di cambio olio/filtro e quindi dei costi di gestione grazie al prolungamento degli intervalli di sostituzione dell'olio motore (750 ore), oltre che dell'olio della trasmissione (1.500 ore).
 
Nuovo cofano con luci aggiornate per i Puma Multicontroller e CVXDrive di Case IH
Nuovo cofano con luci aggiornate per i Puma Multicontroller e CVXDrive di Case IH

I motori sono ospitati - insieme alla ventola Eco Fan reversibile per la pulizia della griglia del radiatore - sotto un nuovo cofano che vanta le linee tipiche degli ultimi modelli Case IH ed integra luci stradali e di lavoro aggiornate, presenti anche sugli Optum e sui Magnum. L'illuminazione rivista offre una luminosità fino a 40mila lumen nella versione a led.
 

Trasmissioni e idraulica, adatte ad ogni esigenza

I propulsori Nef 67 sono abbinati alla trasmissione full powershift PowerDrive 19x6 con cambi marcia automatizzati e inversore Powershuttle programmabile sui Puma 185-200-220 Multicontroller. Questi modelli presentano anche il bracciolo Multicontroller, un impianto idraulico con pompa Load Sensing da 120 o 150 litri al minuto, diversi distributori ausiliari posteriori (fino a quattro a comando meccanico o cinque a controllo elettrico) e una Pto posteriore a quattro velocità (540/540E/1.000/1.000E).

Diversamente, i Puma 185-200-220-240 CVXDrive montano la trasmissione a variazione continua, dotata di quattro gamme meccaniche e gestita al meglio - insieme al motore - dal sistema APM. L'acceleratore a mano sdoppiato EcoDrive permette di lavorare sempre al regime ideale, mentre la funzione antiarretramento "parking" a inserimento automatico assicura sicurezza sulle pendenze o quando si abbandona il posto guida. Altri plus sono l'idraulica Load Sensing con una portata fino a 170 litri al minuto e l'assale anteriore sospeso attivo per una trazione ottimale.
 
Case IH Puma 240 CVXDrive con idraulica Load Sensing gestisce ogni tipo di attrezzo
Case IH Puma 240 CVXDrive con idraulica Load Sensing gestisce ogni tipo di attrezzo

Proposte entrambe con freno di stazionamento elettronico, le trasmissioni PowerDrive e CVXDrive consentono di raggiungere i 40 chilometri orari a un regime motore ridotto. Inoltre, con la variazione continua, è possibile arrivare a 53 chilometri orari già a 1.550 giri al minuto ottenendo un notevole risparmio di carburante.
 

Puma: novità all'insegna dell'ergonomia

Ulteriori dotazioni d'eccellenza si trovano in cabina, sospesa e provvista sia di una nuova illuminazione dei gradini che rende più sicuro l'accesso, sia di una vaschetta opzionale che permette il lavaggio mani prima di azionare i comandi.

Salendo a bordo, l'operatore trova un nuovo volante "premium", una radio DAB di alta qualità (optional) predisposta per chiamate in vivavoce e un vano portadocumenti, oltre che un sedile riscaldato e ventilato con sospensione attiva. Non mancano specchietti retrovisori più compatti e un nuovo tergicristallo a montaggio ribassato che offre una maggiore superficie detersa (più 60%) rispetto ai Puma precedenti.
 
Tante novità a bordo dei Puma Multicontroller e CVXDrive di Case IH
Tante novità a bordo dei Puma Multicontroller e CVXDrive di Case IH

A rendere ancora più semplice e piacevole il lavoro contribuiscono una nuova guida del monitor con prese Usb e supporti per smartphone e tablet, il bracciolo Multicontroller e lo schermo touchscreen AFS Pro 700 personalizzabile. Tramite AFS Pro 700, il driver può avere sott'occhio tutte le funzioni del mezzo, memorizzare e richiamare fino a dodici parametri e visualizzare contemporaneamente due immagini provenienti da diverse telecamere.

Inoltre, dal display è possibile gestire il sistema di controllo delle svolte a fine campo HMC II (modelli Multicontroller) o i sistemi AFS AccuGuide e AFS AccuTurn Pro (CVXDrive) che, insieme, automatizzano completamente la gestione delle svolte a fondo campo. Possibili pure il controllo degli attrezzi Isobus grazie alla compatibilità con il protocollo Isobus III e lo scambio dati wireless tra il trattore e il centro aziendale con la telemetria AFS Connect.
 

Sterzo e sollevatori sui generis

Le migliorie non finiscono qui. Gli ultimi Puma possono essere muniti di un sistema sterzante a risposta variabile che modula la velocità di risposta dello sterzo in base all'operazione da svolgere e di una tubazione di aria compressa che - collegabile a più attacchi in vari punti e dotata di tubo flessibile e pistola - permette la pulizia da polvere e detriti o il gonfiaggio dei pneumatici.

Ciliegina sulla torta, il sollevatore posteriore con capacità massima di 10.464 chilogrammi può essere riposto più ordinatamente quando non viene utilizzato in modo tale da offrire una visuale migliore sull'attacco rapido automatico, sulla Pto e su qualsiasi attrezzatura collegata. Il sollevatore anteriore da 5.129 chili vanta, invece, un inedito designnuovi pulsanti di azionamento remoto per un aggancio più semplice.