Torion Sinus, in Claas si allarga la famiglia delle pale gommate

Le nuove pale gommate di Claas si contraddistinguono per l'elevato livello di stabilità e di manovrabilità raggiunto grazie ad un innovativo sistema di sterzo combinato

Info aziende
torion-3.jpg

Tre sono i nuovi modelli di Torion che vanno a completare l'offerta di pale caricatrici Claas: Torion Sinus 956, 644 e 537
Fonte foto: Claas Italia

Per Claas quella con Liebherr è una partnership ormai consolidata e visti gli ottimi risultati ottenuti, la casa di Harsewinkel ha recentemente ampliato la sua gamma di prodotti con altri modelli di pale gommate da 5, 6 e 9 tonnellate. Le nuove pale gommate sono state battezzate con il nome di Torion Sinus e si contraddistinguono per un nuovo concetto di sterzata unico nel suo genere che consente loro di avere un'ottima manovrabilità senza rinunciare ad elevate capacità di carico utile e velocità fino a 40 chilometri orari.

Tre sono i modelli della nuova Serie, distinti per capacità di sollevamento e potenza, le Torion 956, 644 e 537 Sinus si collocano tra la Torion 535 della Serie compatta e la 1177 della gamma media, arrivando così a completare una famiglia composta da dieci modelli.

Nuove pale gommate Claas Torion Sinus 537, Torion Sinus 644 e Torion Sinus 956
 

Grazie al nuovo sistema sterzante ibrido crescono angolo di sterzo e capacità di carico

I tre modelli Torion Sinus sono dotati di una combinazione di snodo centrale e sterzo articolato dell'assale posteriore che consente loro di raggiungere un livello di maneggevolezza superiore a quello di una pala caricatrice con solo sterzo articolato. Allo stesso tempo, in quanto l'angolo di articolazione massimo tra l'assale anteriore e quello posteriore è di circa 10 gradi inferiore rispetto ai modelli con la sola sterzatura articolata, anche la stabilità è superiore e la capacità di carico utile aumentata.

Per assicurare all'operatore di lavorare in sicurezza anche su terreni irregolari, i tre modelli Torion sono dotati di snodo centrale oscillante con compensazione dell'effetto per i movimenti laterali del carro anteriore.

Il nuovo sistema di sterzo garantisce ottimi angoli di sterzo incrementando al contempo la stabilità della macchina
Il nuovo sistema di sterzo garantisce ottimi angoli di sterzo incrementando al contempo la stabilità della macchina
 

La cabina è stata progettata a misura d'operatore

I nuovi Sinus non trascurano però nemmeno il comfort di guida, garantito da una cabina di grandi dimensioni con un'ottima ergonomia dei comandi. I progettisti hanno avuto un occhio di riguardo anche per l'accesso in cabina, reso semplice da porte che si aprono a 180 gradi ed ampi gradini che offrono un accesso sicuro e comodo.

All'interno dell'abitacolo trova alloggiamento sul montante di destra, un display a colori, in versione da 7 pollici nel 956 e da 4 pollici nei 644 e 537. Entrambi offrono al conducente la possibilità di controllare i principali dati operativi, come il rapporto di trasmissione, il livello del carburante e la velocità. Il montante dello sterzo, elementare e filiforme, permette una visuale eccezionale dell'attrezzo di fronte.
 

Potenza e controllo sempre garantite

I modelli Torion 644 e 537 Sinus sono motorizzati Yanmar, mentre il 956 monta motore DPS rispettivamente da 3,3 litri con turbocompressore e potenza di 73 cavalli e 4,5 litri con potenza di 106 cavalli. Entrambi sono disposti trasversalmente e offrono un eccellente accesso per la manutenzione.

La trasmissione è invece di tipo idrostatico, con due rapporti sincronizzati ed è in grado di offrire un controllo sensibile e variabile in continuo, oltre ad una elevata potenza di spinta durante le operazioni di carico oltre a velocità massime fino a 40 chilometri orari per i trasferimenti.

La trasmissione idrostatica della Torion, con una velocità massima di 40 chilometri orari consente trasferimenti rapidi su strada senza rinunciare alla potenza di spinta durante le operazioni di carico
La trasmissione idrostatica della Torion, con una velocità massima di 40 chilometri orari consente trasferimenti rapidi su strada senza rinunciare alla potenza di spinta durante le operazioni di carico
 

Su e giù con il braccio di sollevamento per altezze massime

Per lo svolgimento di alcune operazioni, come ad esempio la movimentazione della granella con carico della stessa su autotreni, autoarticolati o rimorchi particolarmente alti, c'è bisogno di raggiungere maggiori altezze di sollevamento.

Per questo i nuovi Torion Sinus 956 e 644 sono disponibili in opzione con sistemi High-Lift, per altezze di sollevamento maggiori. L'altezza massima del braccio di sollevamento arriva così a 4,10 metri nel Torion Sinus 956 e a 3,79 metri nel 644. Tutte le nuove pale caricatrici sono dotate inoltre di cinematica Z, meccanismo che offre la massima forza di strappo e una rapida velocità di scarico.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.675 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner