Deutz e Manitou investono sull'elettrico

Motorizzazioni d'avanguardia - una completamente elettrica ed una ibrida - per due movimentatori telescopici prototipali del gruppo francese

Info aziende
manitouedeutz.jpg

Manitou ha allestito due suoi modelli MT 1335 con le nuove motorizzazioni E-Deutz
Fonte foto: Manitou Group

Dopo aver acquisito Torqeedo, azienda specializzata nella produzione di propulsori elettrici, Deutz ha lanciato la prima linea di motorizzazioni elettriche ed ibride prototipali, battezzandola con il nome di "E-Deutz".

Grazie a Manitou Group, leader mondiale nella produzione di movimentatori telescopici e carrelli elevatori, il progetto E-Deutz compie un deciso balzo in avanti. La multinazionale francese ha infatti allestito due telescopici prototipali rispettivamente con una motorizzazione ibrida e una totalmente elettrica.

L'iniziativa, nata dalla partnership delle due aziende, è pensata per assecondare la domanda di un mercato che si prevede essere in netta crescita nei prossimi anni. Le motorizzazioni elettriche permetteranno di abbattere il tasso d'inquinamento e, inoltre, i sistemi ibridi e quelli elettrici consentiranno di ridurre i costi di gestione di queste macchine.

Deutz offre una gamma di prodotti modulari, consentendo così ai clienti di scegliere la tipologia di motore a combustione o elettrico, il pacco batterie e i sistemi di gestione elettronica a cui abbinarlo.

L'MT 1335 è il modello di telecopico Manitou che è stato designato per l'applicazione delle nuove motorizzazioni. Solitamente viene fornito con un motore diesel Deutz TCD 3.6 da 75 kW ma, nel prototipo ibrido, è stato sostituito da un Deutz TCD 2.2, che genera 55 kW ai quali si aggiungono poi ulteriori 20 kW generati da un motore elettrico ausiliare.

Il modello a funzionamento totalmente elettrico è stato invece allestito con un alimentatore per veicoli da 360 V ed è spinto da un motore elettrico da 60 kW. La batteria di cui è dotato ha una capacità di 30 kWh, tale da permettere un'erogazione di potenza sempre pronta e costante.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner