Jcb 403 Agri: una pala gommata tutta nuova

L'ultima macchina della casa - vincitrice di due Machine of the year 2017 - si distingue per le prestazioni ed il comfort, offerti dalla trasmissione rinnovata e dall'innovativo joystick

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

jcb-403-agri.png

L'inedita Jcb 403 Agri al lavoro
Fonte foto: JCB

E' passato poco tempo dalla notizia dell'upgrade dei modelli 411, 417 e 413S Agri e dal termine del Sima 2017, a cui Jcb ha partecipato aggiudicandosi due titoli Machine of the year 2017 per il trattore Fastrac 8000 e per il sollevatore AgriPro.

Eppure la società di Joseph Cyril Bamford è già pronta per il lancio della 403 Agri, una pala gommata compatta che rappresenta al meglio lo stile della casa inglese nella progettazione di trasmissione, cabina, funzioni di controllo e configurazione.

Il modello 403 Agri è il fratello minore delle versioni 407 Agri, da 0,8 metri cubi, e 409 Agri, da 1 metro cubo, rinomate per la durata e l'affidabilità della trasmissione idrostatica Rexroth.

Osservando la nuova macchina, la prima caratteristica che salta all'occhio è la compattezza della pala, che, con capacità massima di 0,3 metri cubi, possiede un telaio articolato per eseguire numerose operazioni in spazi ristretti e intorno ad edifici di ogni tipo, dagli allevamenti zootecnici ai vivai e ai centri ippici.
 
Pala gommata Jcb 403 Agri, particolarmente compatta

"Jcb 403 Agri è frutto di un progetto di ingegneria e sviluppo inteso a produrre un modello eccellente in termini di prestazioni, durevolezza e facilità d'uso - ha affermato John Smith, direttore generale vendite della divisione Agricolture dell'azienda - Grazie alle ottime dotazioni di serie, la nuova macchina raggiunge stile e standard di alta qualità".

403 Agri, concepita per massimizzare le prestazioni
Jcb, non trascurando nessun dettaglio durante la fase di realizzazione, ha montato sul macchinario un motore Kubota V1505 da 4 cilindri, che, con bassi consumi di carburante, genera una potenza di 35,5 cavalli e una coppia di 92 newtonmetri, e una trasmissione idrostatica Rexroth rinnovata, che offre due gamme di velocità.

La gamma di trasmissione bassa, contraddistinta da una coppia elevata e un controllo ottimale della velocità, è la scelta giusta per lo scavo nei materiali, il controllo di precisione ed il posizionamento dei carichi. Diversamente, la gamma alta con un'accelerazione flessibile consente di selezionare velocità massime di 20 o 30 chilometri orari e facilita lo spostamento da un sito all'altro.

La limitata usura della trasmissione e del sistema di frenatura è assicurata dallo sfruttamento perfetto della potenza idraulica di 403 Agri, ottenuto ricorrendo al controllo micrometrico con il pedale del freno.
Quando la pala è in movimento, la potenza e la coppia sono incanalate attraverso assali ZF, muniti di differenziali aperti o differenziali con bloccaggi manuali opzionali, anteriori e posteriori. Queste soluzioni sono indicate per lavori pesanti sia su superfici dure sia su terreni di scarsa consistenza.
 
Nuova Jcb 403 Agri all'opera

Non finisce qui. Le prestazioni al top dell'ultimo modello di Jcb sono merito anche di un raggio di sterzata ridotto e di un posizionamento accurato della pala in un telaio articolato, le cui sezioni anteriori e posteriori oscillano notevolmente su fondo irregolare.

L'imbarazzo della scelta sull'ultima pala Jcb
L'operatore che adotta 403 Agri può optare tra una piattaforma aperta con telaio di protezione Rops/Fops o una nuova cabina vetrata, ventilata e insonorizzata, e tra il braccio Standard o quello High Lift.

La cabina, disponibile per la prima volta su una pala Jcb di tali dimensioni, provvede a proteggere meglio il conducente da elementi esterni e potenziali pericoli ed a fornirgli uno spazio di lavoro ampio e facilmente accessibile. Gli alti livelli di comfort offerti non pregiudicano la compattezza della cabina, che, alta 2,2 metri e larga 1,1 metri, permette l'accesso in luoghi poco spaziosi.
 
La cabina di Jcb 403 Agri

La versione standard del braccio combina un'ottima forza di strappo con buone capacità e altezza di sollevamento - quest'ultima è pari a 2,6 metri - mentre la versione High Lift solleva carichi fino a 2,8 metri. Il design di entrambe le tipologie è brevettato in modo tale che le sollecitazioni siano dissipate lungo tutta la struttura del telaio anteriore.
Inoltre le due versioni del braccio dispongono del sollevamento parallelo, ideale per minimizzare la fuoriuscita di materiali da benne, e dell'attacco rapido di serie con perno di bloccaggio idraulico, indicato per il cambio delle attrezzature dal sedile di guida.

Infine i bracci di 403 Agri sfruttano cilindri con pompa a ingranaggi, che, erogando 40,5 litri al minuto, garantisce un flusso rapido, costante e regolabile dell'olio agli attrezzi, ad esempio agli alimentatori delle benne e ai distributori di lettiere.

403 Agri per un controllo all'avanguardia
Dotazioni che sicuramente riscuoteranno successo tra gli addetti del settore sono il display a colori, che visualizza le informazioni chiave senza ostacolare la visibilità, e il piantone dello sterzo telescopico, che permette di mantenere una perfetta posizione di guida.

Inoltre Jcb ha montato nella parte destra della cabina un nuovo pannello di controllo, che ospita una novità interressante, l'inedito controller joystick. Tramite quest'ultimo, l'operatore può azionare i bracci e le altre attrezzature, selezionare la marcia avanti, la retromarcia e le due gamme di trasmissione con una sola mano, mantenendo l'altra sul volante.
 
Nuova pala gommata Jcb 403 Agri
 
Perfino i controlli di manutenzione giornalieri del motore sono facilitati grazie alla presenza di cerniere sul cofano monoblocco posteriore del modello 403 Agri.
In ogni caso, il filtro dell'aria, la batteria, i serbatoi, l'impianto elettrico e il radiatore del propulsore, oltre a includere gruppi di illuminazione da incasso e un perno di traino per il recupero, sono protetti da un contrappeso adatto alle macchine di grandi dimensioni della gamma di pale gommate Jcb.

Trionfo di Jcb al Sima 2017
La casa costruttrice ha tutti motivi per essere soddisfatta del proprio operato, dato che, oltre ad aver appena lanciato il modello sopra descritto, ha ricevuto un doppio riconoscimento Machine of the Year nel corso dell'ultimo salone internazionale dell'agribusiness.

Il prestigioso premio è andato alla serie Fastrac 8000 nella categoria Trattori da 280 a 400 cavalli e all'Agripro Loadall nella categoria Movimentazione, entrambi debuttanti a livello internazionale all'appuntamento di Parigi.
 
Jcb Fastrac 8330, premiato al Sima 2017 (Fonte foto: © AgroNotizie)
 
Le trattrici di Jcb hanno convinto la giuria di giornalisti europei grazie alle doti di velocità, comfort ed innovazione, mentre i sollevatori telescopici hanno riscosso successo per merito dell'innovativa trasmissione a variazione continua DualTech VT. Quest'ultima unisce la precisione di una trasmissione idrostatica all'accelerazione di una trasmissione powershift offrendo il meglio delle due soluzioni agli operatori.
 
"Questi titoli riconoscono il grande lavoro di progettazione, ingegnerizzazione e produzione svolto dal team aziendale" ha commentato il management di Jcb.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.870 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner