MERLO: DUTTILITA' ED EFFICIENZA NEI NUOVI CINGO

La forza della polivalenza
Ideale per i rivenditori di mezzi tecnici e per tutti i lavori di magazzino, ora Cingo è anche sollevatore telescopico

Questo articolo è stato pubblicato oltre 16 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Merlo S.p.A. Industria Metalmeccanica :: Merlo.

Logo Merlo.jpg

Fin dalla nascita della famiglia Cingo la innovazione e la polivalenza sono stati considerati elementi caratterizzanti ed irrinunciabili della gamma. Con il nuovo Handler 200 si è avuta una ulteriore conferma delle potenzialità del sistema.
La nuova attrezzatura H200 è allestibile sul Cingo M10 in breve tempo, rendendo disponibile un’agile strumento di lavoro dalle prestazioni sorprendenti, da vero sollevatore telescopico.
Le ridotte dimensioni non devono trarre in inganno: la portata raggiunge i duecento chili e l’altezza di sollevamento arriva ai tre metri.
Quando necessario, il braccio telescopico può essere equipaggiato con varie attrezzature (pale, forche, pinze, benne) per realizzare lavori diversi.
La trasmissione è idrostatica con due motori indipendenti su entrambi i cingoli: è quanto di più avanzato in termini di facilità d’uso, affidabilità e sicurezza e permette una velocità di trasferimento di oltre 5 km/h.
Una macchina robusta ed affidabile che permette di scavare, sollevare, trasportare e meravigliare l'utilizzatore. 


                                                                        Handler 200
Modello                                                           Cingo M 10
Portata (kg)                                                          200
Altezza di sollevamento (m)                                  3
Potenza motore (kW/CV)                                     20
Velocità massima (km/h)                                      5

Per informazioni: Merlo s.p.a. Industria Metalmeccanica - 12020 – S.Defendente di Cervasca (CN) ; Tel. +39-0171-614.111; Fax. +39-0171-614.100; e-mail: info@merlo.com; Web: www.merlo.it   


Fonte: Agronotizie