Sardegna, Argea è operativa come ente pagatore

Lo hanno annunciato ieri a Cagliari il presidente Solinas e l'assessora all'Agricoltura Murgia. Rispettata la data del 16 ottobre, già fissata in precedenza, per il definitivo passaggio di consegne tra Agea e Argea

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

gabriella-murgia-assessora-agricoltura-sardegna-13022020-regione-sardegna.jpg

L'assessora Murgia (in foto) porta a casa il risultato di un non facile passaggio di funzione tra i due enti

Oggi, 16 ottobre 2020 si completa il via all'attività dell'Organismo pagatore regionale della Sardegna per il settore agricolo, che prende definitivamente il posto di Agea.

Con decreto del ministero delle Politiche agricole è stato approvato il riconoscimento definitivo di Argea, l'Agenzia regionale per il sostegno all'agricoltura, per l'esercizio diretto delle funzioni di autorizzazione, pagamento e contabilizzazione dei due fondi comunitari agricoli. Il Fondo europeo agricolo di garanzia (Feaga), utilizzato in caso di calamità e crisi di mercato, ed il Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale (Feasr), che invece cofinanzia sia le politiche di aiuto diretto sul primo pilastro della Politica agricola comune, relative a tutto quanto viene gestito con la Domanda unica, sia le politiche di sviluppo rurale, rivolte all'attivazione degli investimenti nelle aziende agricole e al finanziamento delle misure di accompagnamento.

La campagna 2020 è stata del resto già impostata e avviata da Argea, anche per l'attività istruttoria, i cui pagamenti verranno effettuati successivamente alla data di oggi. Sempre ad Argea sono così trasferite le domande della campagna 2019 e precedenti non pagate - per problemi tecnici - alla data del 16 ottobre 2020.

"Si tratta di un importante riconoscimento - commenta il presidente della Regione, Christian Solinas - che rafforza l'autonomia operativa della nostra Regione e che consente di individuare soluzioni idonee a dare risposte concrete al mondo agricolo sui tempi di erogazione delle ingenti risorse finanziarie stanziate a livello europeo in campo agricolo, con un rapporto finalmente diretto tra Commissione europea e Regione".

"L'istituzione di un Organismo pagatore sardo in campo agricolo - sottolinea l'assessore regionale dell'Agricoltura, Gabriella Murgia - rappresenta un primo importante riscontro all'esigenza di semplificazione e di snellimento della burocrazia manifestata dai nostri agricoltori e dalle organizzazioni professionali. Ora è necessario lavorare intensamente per rendere sempre più efficiente il nuovo organismo pagatore, con l'obiettivo di assicurare una celere e tempestiva erogazione dei finanziamenti a favore del sistema agricolo e rurale della Sardegna".

Il rapporto tra la Regione Sardegna e l'Agea ente pagatore era stato sempre difficile e a tratti burrascoso, grazie anche all'ingente arretrato che si era accumulato su Psr e Domanda unica e che ora è in fase di smaltimento.

Argea parte con il piede giusto, atteso che è stata rispettata la data del 16 ottobre 2020 per la completa operatività. Una data che - vale la pena ricordarlo - era stata frutto dell'individuazione di un percorso graduale, fissato dal Mipaaf e condiviso con Regione Sardegna e le organizzazioni agricole: queste ultime avevano frenato rispetto ad un percorso inizialmente apparso troppo precipitoso.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.493 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner