Psr, al Centro-Nord l'obiettivo di disimpegno zero è raggiunto

A parte il caso pugliese al Sud, tutte le altre regioni hanno azzerato il rischio di disimpegno automatico. Procedono con grande sprint le erogazioni di fondi alle aziende agricole

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

banconote-soldi-euro-by-fotolia-750.jpeg

Raggiunto l'obiettivo di rischio di disimpegno automatico zero
Fonte foto: © Fotolia 750

La grande notizia, al 31 dicembre, per il Centro-Nord è che tutte le Regioni hanno centrato l'obiettivo di disimpegno automatico zero, riuscendo così a realizzare e a progettare bandi per spese per la totalità della programmazione. Sul fronte delle erogazioni alle aziende agricole, la classifica di efficienza non è cambiata più di tanto, anche se nell'ultimo periodo di avanzamento della spesa diverse regioni hanno accelerato nella programmazione della spesa per poter raggiungere l'obiettivo di azzerare il rischio di disimpegno.

E' il caso di regioni come Marche, Liguria, Abruzzo e Friuli Venezia Giulia, che non erano sicuramente partite bene, ma che poi hanno recuperato terreno col passare dei mesi. La Provincia di Bolzano è prima con il 64,71% di erogazioni, pari a 234 milioni di euro, di cui 100,5 in quota Feasr, mentre il Veneto raggiunge il 56,94%, ovvero 665,6 milioni di euro, di cui 285,8 Feasr.

La Provincia di Trento tocca quota il 51,67%, pari a 153,7 milioni di cui 65,8 Feasr, mentre l'Emilia Romagna sfiora il 50%, con il 49,10% di erogazioni, ovvero 576,6 milioni di euro. Forte sprint della Valle d'Aosta, al 48,49% con oltre 66 milioni di euro liquidati alle aziende agricole, mentre leggermente più dietro c'è il Piemonte, con 499 milioni già erogati, pari al 46,25% della propria programmazione.

Buona performance negli ultimi due mesi per l'Umbria, che raggiunge il 44,41% di spesa liquidata (412,4 milioni), mentre la Toscana si ferma per il momento al 43,08% di avanzamento sul proprio programma di spesa, con 408 milioni liquidati. In scia anche il Friuli Venezia Giulia, con 124 milioni di euro spesi, pari al 42,45% di avanzamento, mentre la Lombardia non va oltre il 40,99%, pari a 468,4 milioni di euro.

Sotto la soglia "psicologica" del 40%, troviamo il Lazio con il 39,86%, pari a 327 milioni, mentre leggermente più sotto c'è la Liguria, con il 39,06%, con 121 milioni di euro. L'Abruzzo raggiunge il 34,55% della spesa erogata, con 165,6 milioni di euro, mentre chiude le Marche chiudono, con il 31,01%, pari a poco più di 216 milioni di euro erogati.

Leggi anche: "Psr al Sud, solo la Puglia non raggiunge il target di spesa"

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 240.070 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner