Toscana, come richiedere garanzie gratuite per gli investimenti

La regione ha messo a disposizione un servizio tramite Fidi Toscana per permettere alle piccole e medie imprese agricole di avere una garanzia gratuita per sostenere i finanziamenti. All'interno i link utili e la modulistica

burocrazia-by-bacho-foto-fotolia-750.jpeg

Garanzie finanziarie, la Toscana mette a disposizione un servizio gratuito per le aziende agricole
Fonte foto: © Bacho foto - Fotolia

La Regione Toscana mette a disposizione per le imprese agricole che ne facciano richiesta delle garanzie per la liquidità e gli investimenti.

L'obiettivo è quello di sostenere gli investimenti delle imprese agricole e della pesca per favorire l'accesso al credito con le banche convenzionate.

La garanzia denominata 'Emergenza economia garanzia liquidità e investimenti (imprese agricole)' è concessa da Fidi Toscana Spa dietro un'opportuna ed autonoma valutazione del merito di credito.

I destinatari di questo bando sono le piccole e medie imprese agricole (tecnicamente operanti nel settore A - Agricoltura, silvicoltura e pesca come da classificazione attività economica Ateco 2007) che hanno sede in Toscana che abbiano questi requisiti:
  • avere un patrimonio netto o totale attivo non inferiore al 5% con riferimento all'ultimo bilancio approvato. (Per le imprese individuali o società di persone il rispetto di questo parametro può essere sostituito dal fatto che la somma del finanziamento richiesto e del debito residuo relativo ai precedenti finanziamenti concessi o erogati all'impresa non superi il 50% del valore delle proprietà immobiliari dell'impresa; oppure che il servizio complessivo del debito dell'impresa non superi il 30% della produzione lorda vendibile o fatturato con riferimento all'ultimo esercizio);
  • non essere imprese in difficoltà ai sensi della Comunicazione 2004/C 244/02 della Commissione europea;
  • essere in grado di far fronte, secondo le scadenze previste, agli impegni finanziari derivanti dai finanziamenti per i quali è richiesta la garanzia, tenuto anche conto dell'indebitamento aziendale;
  • essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali, assistenziali e assicurativi a favore dei lavoratori, come attestato dal Durc.

Possono essere richieste garanzie su tutti i finanziamenti previsti dall'articolo 43 sul credito agrario del D.lgs n. 385/1993 'Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia' concessi per qualsiasi finalità relativa all'attività aziendale. Sono ammesse anche le operazioni di locazione finanziaria e tramite cambiale agraria e cambiale pesca.

L'operazione finanziaria per cui si chiede la garanzia dovrà avere una durata minima di 60 mesi e massima di 120 mesi.

La garanzia è diretta, esplicita, incondizionata, irrevocabile, escutibile a prima richiesta ed è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all'80% dell'importo di ciascun finanziamento, locazione finanziaria o cambiale agraria/pesca. L'importo massimo garantito è fissato in 500mila euro per singola impresa.

Le domande possono essere inviate in qualunque momento, fino ad esaurimento delle risorse.

La richiesta di garanzia deve essere presentata a Fidi Toscana compilando l'apposito modulo di domanda scaricabile da questo sito.

La domanda dovrà essere inviata contemporaneamente anche alla banca che concede il finanziamento.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale dedicata al bando e per tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda si consiglia di consultare integralmente la scheda bando sul sito di Fidi Toscana.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 259.057 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner