A Ecomondo focus su Green new deal e sfida climatica

Alla Fiera di Rimini, nell'ambito di Ecomondo (5-8 novembre 2019), si terrà l'8° edizione degli Stati generali della Green economy il 5 e 6 novembre

ambiente-sostenibilita-ecologia-rinnovabili-bioenergie-fotolia-romolo-tavani-750.jpeg

Ecomondo: Rimini, 5-8 novembre 2019
Fonte foto: © Romolo Tavani - Adobe Stock

Gli Stati generali della Green economy, l'appuntamento di confronto e discussione sulla green economy più atteso a livello nazionale promosso dal Consiglio nazionale della Green economy in collaborazione con il ministero dell'Ambiente e con il patrocinio del ministero dello Sviluppo economico e della Commissione europea, si terranno il 5 e 6 novembre 2019 alla Fiera di Rimini di Italian Exhibition Group, nell'ambito di Ecomondo. Giunti all'ottava edizione, quest'anno l'iniziativa è dedicata al 'Green new deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030'.

In Europa la nuova Commissione europea e in Italia il nuovo Governo e la nuova maggioranza hanno avanzato, per la prima volta, la proposta di promuovere un 'Green new deal' per affrontare congiuntamente la crisi ambientale, a partire da quella climatica, e la bassa crescita economica. Gli Stati generali della green economy 2019 sono dedicati a formulare idee e proposte per sostenere, dare forza e concretezza al Green new deal: un vasto cambiamento che punta insieme ad un consistente taglio delle emissioni di gas serra e a rilanciare nuovo sviluppo e nuova occupazione.

I lavori prendono il via con la sessione plenaria di apertura la mattina del 5 novembre, alla presenza del ministro dell'Ambiente Sergio Costa, durante la quale verrà presentata la Relazione 2019 sullo stato della green economy e le prospettive per un Green new deal. Nel pomeriggio del 5 novembre, si svolgeranno le tre sessioni tematiche di approfondimento e consultazione, sui seguenti temi: Green new deal per le città: un programma nazionale di rigenerazione urbana; Green new deal per la circular economy: indirizzi per il recepimento delle direttive e le necessarie infrastrutture; Green new deal per il territorio: il ruolo delle imprese per valorizzare l'agricoltura e il capitale naturale.

Si prosegue la mattina del 6 novembre, con la sessione plenaria internazionale dedicata al tema 'Clima e Green new deal: un patto tra imprese e governi'. I lavori si concluderanno il pomeriggio del 6 novembre, con la sessione di approfondimento, Green new deal per la mobilità: less, electric, green, shared, muoversi con leggerezza.

Per partecipare è necessaria l'iscrizione a questo link
Scopri il programma degli Stati generali
 

Premio sviluppo sostenibile

Quest'anno anche il Circular economy network sarà partner del Premio per lo Sviluppo sostenibile per le imprese che operano nell'ambito dell'economia circolare. Un'importante collaborazione finalizzata a promuovere e valorizzare le buone pratiche e le migliori tecniche che raggiungano rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone possibilità di diffusione e positivi risultati economici e occupazionali.
Organizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, il premio per lo Sviluppo sostenibile è giunto alla sua 11° edizione. Ha avuto nelle dieci edizioni precedenti l'adesione del presidente della Repubblica.
Per l'anno 2019 il Premio per lo sviluppo sostenibile sarà articolato nelle seguenti tre sezioni: Green city, in collaborazione con il Green city network (amministrazioni locali), Economia circolare, in collaborazione con il Circular economy network (imprese), Energie rinnovabili (imprese).

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.792 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner