Nord Italia, fondi per reti antinsetto e investimenti forestali

In Veneto a livello regionale sono stati stanziati 300mila euro per sostenere l'acquisto di reti contro la cimice asiatica, mentre in Liguria il finanziamento di 5 milioni va a sostenere le aree forestali

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

soldi-euro-banconote-by-marco-scisetti-fotolia-750.jpeg

Risorse per foreste e prevenzione da cimice asiatica
Fonte foto: © Marco Scisetti - Fotolia

Lotta alla cimice asiatica e investimenti forestali sono al centro delle attività delle Regioni nell'ultima settimana al Centro-Nord. Grande interesse poi in Veneto per l'azione dei Gruppi di azioni locale nei Piani di sviluppo rurale. 


Veneto

Cimice asiatica, 300mila euro dalla Regione per le reti antinsetto
La Regione Veneto ha stanziato una prima tranche da 300mila euro per sostenere gli imprenditori agricoli a dotarsi di reti antinsetto contro la cimice asiatica. I contributi rientrano nel provvedimento di difesa attiva proposto dall'assessore all'agricoltura Giuseppe Pan
"Gli attacchi della cimice asiatica alle colture stanno producendo gravi danni ai produttori, in particolare ai frutticoltori – sottolinea l'assessore Pan – la Regione ha affidato al dipartimento di Agronomia dell'Università di Padova l'incarico di studiare la localizzazione e il ciclo di attività di questo vorace fitofago, in modo da trovare rimedi naturali che ne evitino la proliferazione. Nel frattempo, questa tranche di finanziamenti vuole aiutare le imprese a prevenire il problema, e le reti si stanno dimostrando l'unico presidio per limitare i danni ai frutteti".
A gestire il finanziamento sarà Avepa, con priorità per le imprese biologiche, aziende condotte da giovani agricoltori, alle colture a denominazione d'origine e per superfici assoggettate ai sistemi di qualità.

Gruppi di azione locale, la Regione ha una marcia in più
I gruppi di azione locali veneti, che aggregano oltre 270 soggetti fra enti pubblici e soggetti privati, hanno superato l'esame e sono stati promossi dalla Regione, con l'assegnazione definitiva della riserva di efficacia, ma anche di un ulteriore incentivo economico.
"Siamo tra le prime regioni in Italia ad aver attribuito specifici obiettivi di spesa ai Gal, prevedendo una verifica intermedia con relative misure premiali – sottolinea Pan – dato che i gal gestiscono nel territorio 71 milioni degli oltre 1100 del Psr, abbiamo scelto di analizzare anche il loro operato, fissando prima gli obiettivi di spesa e andando poi a misurare i risultati. Così andiamo a premiare la capacità progettuale e organizzativa dei diversi territori e incentiviamo una gestione efficiente delle risorse pubbliche della programmazione comunitaria".
Sono nove i Gal operanti in Veneto, per un totale di 606 iniziative partecipate e finanziate, rivolte alla promozione del turismo locale, dai percorsi naturali e tematici ai servizi per l'ospitalità rurale, oltre alla valorizzazione degli itinerari rurali e alla valorizzazione del patrimonio architettonico delle campagne venete.


Liguria

Investimenti forestali, 5 milioni dal Psr
E' stato approvato dalla giunta regionale il bando proposto dall'assessore all'agricoltura Stefano Mai, che prevede oltre 4,8 milioni di euro a supporto degli investimenti in tecnologie forestali e nella trasformazione, movimentazione e commercializzazione dei prodotti ricavabile dalle foreste. Il bando si è aperto mercoledì 27 febbraio e si chiude l'8 maggio.

"Si tratta di un supporto importante alle imprese che potranno attingere fino a 200mila euro di interventi in attrezzature e macchinari – sottolinea l'assessore Mai – oltre alle piccole e medie imprese, al bando potranno accedere anche i Comuni e i soggetti privati, che possiedono o gestiscono aree forestali. Saranno finanziate operazioni di selvicoltura, per l'acquisto di macchinari, software, realizzazione di piste forestali".

"Abbiamo come obiettivo quello di incrementare il valore aggiunto dei prodotti forestali liguri, creando e innovando le filiere di categoria. La valorizzazione economico non sarà solo dei prodotti ma anche di tutte le stesse aree forestali".
Rimane poi aperto anche il bando da 276mila euro per l'avvio di imprese forestali, che chiuderà il 15 marzo prossimo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 183.045 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner