Spesa Psr, ecco l'avanzamento di spesa al 31 ottobre al Centro Nord

All'apice Bolzano tocca già un'erogazione pari al 30% della spesa regionale disponibile. Molto bene anche il Veneto. Percentuali ancora molto basse per Friuli Venezia Giulia e Liguria

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

banconote-soldi-euro-by-wolfilser-fotolia-750.jpeg

A rilento l'avanzamento di spesa Psr nelle regioni del Centro-Nord
Fonte foto: © Wolfilser - Fotolia

Rete Rurale Nazionale ha pubblicato l'avanzamento della spesa pubblica Psr al 31 ottobre 2017.
Focalizzando l'attenzione sulle regioni del Centro Nord, la corona dell'ente più efficiente la mantiene la provincia di Bolzano, che ha superato di poco il 30% della spesa totale a budget, ovvero 110,2 milioni di euro, di cui 47,3 di quota Feasr. Segue il Veneto, con il 27,3% della spesa già contabilizzata, pari a 324,3 milioni di euro, di cui 139,7 di Feasr.

Molto più staccata la provincia di Trento con il 18,82%, che ha già liquidato 161,1 milioni di euro, di cui 69,2 Feasr. Lievemente più sotto ma in forte sprint c'è l’Umbria, che chiude il cerchio delle regioni non a rischio di disimpegno automatico al 31 dicembre 2018, grazie al 18,38% ottenuto finora, equivalente a a 161,1 milioni di euro già spesi.

Al quinto posto per spese già effettuate c'è la Toscana, con il 14,80% di avanzamento, equivalente a 142,3 milioni già rendicontati, di cui 61,2 di quota Feasr. Poco sotto c'è l’Emilia Romagna, che ha liquidato ai propri agricoltori 160,5 milioni, pari al 13,49% dell’intero budget a disposizione a livello regionale.
Sempre con l’avanzamento a due cifre ci sono il Piemonte (11,84%) con 129,4 milioni già erogati, di cui 55,6 milioni in quota Feasr, e la Lombardia con l'11,25% di budget già rendicontato, pari a 130,2 milioni di euro, di cui 55,8 in quota Feasr.

Sotto la soglia del 10% abbiamo le Marche (8,81%), con 47,3 milioni spesi, di cui 20,3 in quota Feasr e leggermente più sotto il Lazio, con 66,7 milioni di euro rendicontati, di cui 28,6 Feasr, pari all’8,56%.

Le situazioni più complicate sono quelle della Valle d'Aosta, che pure è in ripresa, con il 6,30% della spesa pubblica già contabilizzata, per un controvalore già erogato di 8,7 milioni di euro, di cui 3,7 di quota Feasr; l'Abruzzo, che con 25,3 milioni di euro ha autorizzato al momento pagamenti solo per il 5,85% del budget totale.

Segue poi la Liguria, ancorata al 3,54%, con soli 11 milioni erogati, e a chiudere, il Friuli Venezia Giulia, che nonostante buone performance nell'ultimo periodo, rimane ancora ultima per spesa già liquidata, con 8,9 milioni di euro, pari appena al 3,01% della spesa regionale possibile.

Leggi anche: Psr, in ottobre la spesa cresce del 14,87% al Sud

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.479 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner