Psr Marche, modifiche al bando per gli investimenti nelle aziende agricole

Modificata la misura a sostegno delle spese di investimento previste nel pacchetto giovani. Aumentato il contributo massimo fino a 750mila euro ad azienda, con uno stanziamento totale di circa 12,5 milioni

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

trattore-rimorchio-macchine-agricole-agrimeccanica-by-chrisberic-fotolia-750.jpeg

Anche i mezzi agricoli tra gli investimenti previsti dalla misura 4.1 del Psr Marche
Fonte foto: © chrisberic - Fotolia

La Giunta regionale ha approvato il nuovo schema di bando per il sostegno agli investimenti nelle aziende agricole che verrà emanato nei prossimi giorni.

Le novità recepiscono le modifiche apportate dall'assemblea legislativa delle Marche il 14 febbraio scorso, approvate anche dalla Commissione europea che ha espresso parere favorevole sulla nuova versione del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 delle Marche.

Nei mesi precedenti, la Giunta aveva segnalato le modifiche da apportare al Psr, a seguito di numerosi confronti con le parti sociali, come già riportato su AgroNotizie.

"Un rodaggio per calibrare la ricaduta degli investimenti alle reali necessità degli agricoltori - spiega l'assessore all'Agricoltura Anna Casini - dopo 53 bandi emanati, con 307 milioni di euro impegnati rispetto ai 538 del settennio di programmazione 2014-2020, 171 milioni già concessi, 10mila domande pervenute e oltre 8mila finanziate, era necessario rivedere alcune questioni che presentavano criticità".

E tra le cose riviste c'è il bando della misura 4.1 del Psr, denominato sostegno agli investimenti nelle aziende agricole, finanziato nell'ambito del cosiddetto pacchetto giovani.

La forte richiesta registrata dal primo bando ha suggerito alcune modifiche, come l'aumento del contributo massimo concedibile per azienda, da 500 a 750mila euro.

Il nuovo e primo bando del 2017 garantirà una spesa pubblica, tra cofinanziamento europeo, statale e regionale, che raggiungerà circa 12,5 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.594 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner