Corpo 8, giù l'Imu e su le tasse

Cosa hanno scritto quotidiani e periodici sui temi dell'agroalimentare dal 18 al 24 aprile

Angelo Gamberini di Angelo Gamberini

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

edicola.jpg

Corpo 8 è la dimensione del carattere di stampa che con maggiore frequenza si incontra sui quotidiani

Pasqua è passata e gli agriturismi festeggiano l'insperato boom di presenze che si preannunciava con le tante prenotazioni arrivate già alla vigilia della festività, come testimonia il 18 aprile “Il Sole 24 Ore” o “Brescia Oggi” il giorno seguente. Il sorriso degli operatori svanisce presto di fronte alle decisioni del Governo che pur sollevando gli agricoltori dal pagamento dell'Imu, li sacrifica con un aumento delle tasse. Lo scrivono il 19 aprile “Italia Oggi” e “Il Mattino”, che spiegano entrambi i cambiamenti in vista. Per definire la mappa dei terreni esenti dall'Imu arriverà un prossimo decreto, come anticipa il 24 aprile “Il Sole 24 Ore”. All'orizzonte, si legge il 23 aprile su “Italia Oggi", è poi in vista una stretta fiscale sulle agroenergie. Sullo stesso argomento interviene il 24 aprile “Il Sole 24 Ore” con i dettagli sulle nuove imposizioni fiscali. Ancora “Italia Oggi” avvisa che per i terreni incolti possa essere riesumata l'Imu, un problema che penalizzerebbe le già difficili condizioni delle aziende di collina e montagna. Una nota positiva poteva arrivare dalla legge che vuole limitare il consumo di terreni agricoli della quale si parla da tempo. Sui nove articoli che la compongono, si legge il 23 aprile sul “Giorno”, pesa però l'incognita di circa 350 emendamenti che ne stanno ostacolando il cammino. Mentre si discute, scrive il 22 aprile “L'Unità”, la cementificazione si è portata via negli ultimi venti anni il 15% dei terreni coltivabili.

Sui mercati
Meglio lasciare il “Palazzo” e dare uno sguardo ai mercati, con il prezzo della soia che torna ad aumentare, come si apprende da “Il Sole 24 Ore” del 18 aprile. Continua la stagione positiva per le nostre esportazioni agroalimentari, in particolare nel settore ortofrutticolo, argomento affrontato il 20 aprile da “La Stampa”. Fra i prodotti in testa alle classifiche figura il pomodoro, che però ci vede al secondo posto nel mondo, dietro la California, avverte “Avvenire” del 20 aprile, con la possibilità di essere retrocessi di una posizione. Intanto il pomodoro pachino Igp si lancia in un inedito sodalizio con l'arancia rossa Igp per dare vita ad un asse dei produttori capace di fare pressione per ottenere prezzi più remunerativi. I dettagli si trovano su “Italia Oggi” del 23 aprile.

Tra innovazioni e curiosità
Non mancano notizie “curiose” che scaturiscono da innovazioni e ricerche. E' questo il caso dell'articolo pubblicato sul “Corriere della Sera” del 22 aprile a proposito di una ricerca condotta dall'Università di Pisa, che avrebbe individuato in un fiore autunnale, la Vedovina maggiore, un rimedio per ridurre la mortalità delle api. In Cina la situazione degli alveari è talmente grave che le impollinazioni vengono fatte “a mano” dagli stessi agricoltori. Chi non ci crede può leggere quanto scrive “Repubblica” il 24 aprile. C'è poi il progetto Hydrotech raccontato il 22 aprile sulle pagine della “Gazzetta del Mezzogiorno” che descrive una applicazione per smartphone per gestire l'irrigazione dei campi. Emuli del software open source (i programmi di libero uso per pc) arrivano dagli Usa anche le sementi open source, ovviamente utilizzabili senza sborsare royalties, come scrive “Italia Oggi” del 23 aprile. Infine da “Avvenire” dello stesso giorno una carrellata dei lavori che i giovani si possono inventare rimanendo in campo agricolo, tutte esperienze raccontate in occasione della assemblea elettiva dei giovani di Coldiretti.

Agroindustrie
Fermento nel mondo delle industrie dell'agroalimentare, con la pasta Garofalo che passa in mani spagnole, e un altro pezzetto d'Italia, denuncia “Il Messaggero” del 19 aprile, se ne va all'estero. Movimenti anche in casa Parmalat con il nuovo statuto approvato dai soci e descritto da “Il Sole 24 Ore” del 18 aprile, pur con alcune difficoltà evidenziate da “L'Unità”. Molte le iniziative di Barilla, impegnata a detta del “Corriere della Sera” del 20 aprile nel favorire una corretta rotazione delle colture agricole, con un occhio attento alla qualità del grano. Ancora da Barilla arriva l'iniziativa descritta il 23 aprile da “Il Sole 24 Ore” per favorire l'imprenditoria agricola con un concorso destinato a premiare sei giovani. In palio ci sono 200mila euro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.485 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner