Pederzoli: “Consorzi di bonifica esempio di sussidiarietà"

Così il presidente dell'Urber alla Conferenza nazionale Anbi. Focus sulle priorità d'intervento ambientale all'assemblea che proseguirà fino a domani a Venezia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

gargano-conferenza-organizzativa-2014-ve.jpg

Massimo Gargano alla 9° Conferenza organizzativa nazionale dei Consorzi di bonifica

"I Consorzi di bonifica rivendicano il loro ruolo. Sono un esempio concreto di sussidiarietà dove il privato sopperisce al pubblico. Le azioni svolte in occasione delle ultime due emergenze, terremoto e alluvione, ne sono la testimonianza diretta. Tra poco l'irrigazione dei nostri consorzi, di qualità ed economica, garantirà sostegno all'agroalimentare e al made in Italy".

Così Massimiliano Pederzoli presidente dell'Urber, l’Unione delle bonifiche dell’Emilia Romagna ieri pomeriggio a Venezia alla 9° Conferenza organizzativa nazionale dei Consorzi di bonifica irrigazione e miglioramento fondiario. Nella laguna veneta anche una delegazione dei Consorzi emiliano-romagnoli chiamati a evidenziare le loro esperienze virtuose nei rispettivi comprensori e anche le necessità impellenti di realtà territoriali che vanno dalla Costa adriatica fino all’Appennino passando per le emergenze più rilevanti come quella del modenese e delle numerose frane in altura.

I lavori dell'assemblea, aperti ieri dal presidente nazionale dell’Anbi, Massimo Gargano, proseguiranno fino a domani con l'intento di focalizzare le priorità di intervento ambientale, evidenziando alla cittadinanza come sia fondamentale occuparsi costantemente e con competenza delle acque e, più in generale, dell’ambiente.


Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 217.828 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner