Veronafiere esporta in Marocco il know how agroalimentare

Fieragricola 2014 - Presentato Medinit Agro (5-7 giugno 2013, Casablanca), occasione per portare le aziende italiane alla scoperta di un mercato interessante e ricco di opportunità, porta di accesso per tutto il Nord Africa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

veronafiere-fieragricola-2012-foto-ennevi.jpg

Veronafiere organizza Medinit Agro, che si terrà dal 5 al 7 giugno a Casablanca, Marocco
Fonte foto: © Ennevi Foto

"Grazie allo storico know how che Veronafiere detiene nel campo agroalimentare con rassegne come Fieragricola, Vinitaly, Eurocarne, Siab ed Enolitech – dichiara il presidente di Veronafiere, Ettore Riello – organizziamo una fiera di settore in Marocco, per il quale l’Italia è il terzo partner commerciale, con 2 miliardi di euro di interscambio".

Medinit Agro, manifestazione organizzata da Medinit srl, società partecipata da Veronafiere, debutterà a Casablanca dal 5 al 7 giugno prossimi. Saranno 50 le aziende italiane scelte, che si punterà a raddoppiare nel 2015.

L’annuncio della nuova rassegna è stato dato nel corso della 111ª Fieragricola, in occasione della visita di Mohamed El Guerrouj, direttore dell'agenzia governativa facente capo al ministero dell’Agricoltura del Marocco che ha incontrato i rappresentanti istituzionali di Fiera, Comune di Verona, Regione Veneto, Banco Popolare, Coldiretti, Cia e Confagricoltura.

L’inedita fiera b2b ha l’obiettivo di accompagnare, con il sostegno della Camera di commercio italiana in Marocco, le aziende del settore primario tricolore alla scoperta di un mercato dalle interessanti prospettive e porta di accesso per tutto il Nord Africa.
L’intero comparto agroalimentare del Marocco vale oltre 7,5 miliardi di euro e punta a raddoppiare entro il 2020 grazie al Piano Verde di sostegno e sviluppo varato dal governo di Rabat, nel 2008.
In Marocco, l’agricoltura rappresenta il 19% del Pil, impiega il 40% della popolazione attiva, con coltivazioni che si estendono su 7,8 milioni di ettari, di cui 1,6 irrigati, per oltre un milione e mezzo di piccole e medie aziende agricole.

"Una fiera come Medinit Agro rappresenta una novità assoluta nel Paese – spiega El Guerrouje le opportunità commerciali per le imprese italiane sono molte. Il Marocco sta puntando molto sull’agroalimentare, grazie ad investimenti statali pari a 100 milioni di euro ogni anno".
Nel Marocco è forte la domanda di macchinari e tecnologie agricole made in Italy e le sfide del futuro riguardano, soprattutto, l’uso razionale delle risorse idriche e le energie rinnovabili.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.510 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner