Olio, è legge il salva made in Italy

Il presidente di Unaprol Gargano: “Niente più olio falso col passamontagna”

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

olio-olivicoltura.jpg

La legge è stata ispirata da un articolato normativo presentato da Coldiretti, Fondazione Symbola e Unaprol

Il disegno di legge Mongiello, che reca le norme sulla qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini è definitivamente legge dello Stato italiano. La commissione Agricoltura della Camera dei deputati, presieduta da Paolo Russo (Pdl), ha approvato in sede legislativa, relatore Nicodemo Oliverio (Pd) il testo della proposta di legge, già licenziato dal Senato. La commissione agricoltura di Palazzo Madama, presieduta da Paolo Scarpa (Pdl), aveva approvato in sede deliberante il testo varando norme innovative contro i fuorilegge dell’olio e i contraffattori dell’extra vergine.
 

La legge, ricorda Unaprol in una nota, è stata ispirata da un articolato normativo presentato da Coldiretti, Fondazione Symbola e Unaprol nei primavera di quest’anno. La proposta, nel suo complesso, interpreta una nuova sfida sul piano della trasparenza e della tutela del reddito delle imprese olivicole e può rappresentare un’opportunità per il sistema della buona rappresentanza dell’industria seria di questo Paese.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.220 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner