Corpo 8, fioccano tasse e neve

Cosa hanno scritto quotidiani e periodici sui temi dell'agroalimentare dal 3 al 9 febbraio

Angelo Gamberini di Angelo Gamberini

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

edicola.jpg

Corpo 8 è la dimensione del carattere di stampa che con maggiore frequenza si incontra sui quotidiani

Maltempo e Fieragricola di Verona, sono questi i due eventi che si sono contesi le pagine dei quotidiani in edicola in questi giorni. A iniziare da “Italia Oggi” del 4 febbraio che punta l'attenzione sulle possibili conseguenze che il rigore del clima potrebbe avere sugli oliveti. Complice la difficoltà dei trasporti, “La Stampa” del 5 febbraio stima che siano finiti al macero almeno 50mila tonnellate al giorno di derrate deperibili. Nello stesso giorno “Il Sole 24 Ore” parla di un'economia paralizzata dalla morsa del gelo, mentre “Il Resto del Carlino” rivolge la sua attenzione ai problemi degli allevamenti, doppiamente penalizzati dal mancato ritiro dei prodotti e dall'esaurirsi delle scorte per l'alimentazione degli animali. Manca il cibo per gli animali, ma ci sono difficoltà anche per l'acqua visto che in molti casi gli abbeveratoi sono ghiacciati, come evidenzia “Il Giorno” del 6 febbraio. Dove questi problemi non ci sono si registra comunque un calo della produzione, che nel caso del latte può scendere del 30%, scrive “La Repubblica” del 7 febbraio nella sua edizione di Firenze. Gli fa eco “Avvenire” del 9 febbraio puntualizzando che ogni giorno si perdono 4 milioni di litri di latte. Danni gravi si registrano per il radicchio, il cui raccolto primaverile, si legge sulle pagine della “Nuova Venezia”, è andato completamente distrutto. Il conto finale di questa ondata di maltempo assomma ad un miliardo di euro, stando alle stime pubblicate da “Il Sole 24 Ore” dell'8 febbraio.

 

Fieragricola, bene a dispetto della neve

Nonostante il maltempo l'edizione 2012 di Fieragricola, che si è svolta a Verona dal 2 al 5 febbraio, ha raccolto lusinghieri risultati di partecipazione, sia di espositori, sia di pubblico. Un bilancio della manifestazione lo si può leggere su “Nuova Venezia” del 7 febbraio, che riporta anche le dichiarazioni del ministro dell'Agricoltura, Mario Catania, sulla necessità di una rivisitazione della riforma Pac. Di questa necessità di intervenire sulla Pac il ministro ne ha parlato inaugurando la rassegna veronese, argomento ripreso sulle pagine del “Corriere di Verona” del 3 febbraio. Non poteva mancare un riferimento alle conseguenze della manovra e in particolare all'applicazione dell'Imu. Impietosa l'analisi riportata da “Libero” del 4 febbraio che descrive una “agricoltura al verde”, compressa fra crisi, calo dei consumi, nuove tasse e agropirateria. Altri giornali, come “La Stampa”, parlando di Fieragricola hanno preferito portare l'attenzione sugli allestimenti gastronomici che hanno fatto da cornice alla manifestazione veronese.

 

Il balletto dei marchi

A proposito di gastronomia e prodotti alimentari, “Il Sole 24 Ore” del 3 febbraio, prendendo spunto da quanto emerso in occasione di Fieragricola, pubblica una rassegna dei marchi italiani passati in mani straniere. Gli fa eco il “Giornale di Bergamo” con un un elenco dei nomi più noti dell'agroalimentare italiano, da Galbani a San Pellegrino, per citarne alcuni ormai proprietà di società straniere. In compenso, come si può leggere su “Avvenire” del 3 febbraio, il gruppo Granarolo continua la sua espansione nel mondo del latte. C'è anche da registrare la crescita degli investimenti in Italia da parte di alcune multinazionali, come nel caso di Sumitomo Chemicals che sulle pagine de “Il Sole 24 Ore” traccia un bilancio positivo delle attività nel campo degli agrofarmaci della sua filiale italiana.

 

Piovono tasse

L'emergenza maltempo non ha distolto l'attenzione dai problemi che le manovre del Governo Monti si apprestano a riversare sul mondo agricolo. E' soprattutto l'Imu che desta le maggiori preoccupazioni e dalla “Voce di Mantova” del 4 febbraio si leva la minaccia di altre proteste con protagonisti gli agricoltori. Su “Il Riformista” dell'8 febbraio si può leggere l'intervista a Giuseppe Perissinotto che nella sua veste di numero uno di Genagricola giudica devastanti gli effetti dell'applicazione dell'Imu in agricoltura. Si salveranno solo le aziende che risiedono nelle zone bianche (quelle prive di qualificazione) e che potranno beneficiare, secondo quanto scrive “Italia Oggi” del 3 febbraio, di un fisco più “leggero”. Rispunta infine la vicenda quote latte dopo l'incontro fra il premier Mario Monti e i rappresentanti della Lega. Secondo quanto riporta “Italia Oggi” del 9 febbraio sarebbe allo studio una sorta di sanatoria. Ma “Il Riformista”, al contrario, avverte che le posizioni rimangono distanti. A quanto pare le quote latte riescono a dividere persino i resoconti dei giornali...

 

Un po' di ossigeno

Non solo tasse, ma anche qualche aiuto, come nel caso dei bieticoltori che finalmente potranno incassare 35 milioni come prima parte degli 80 milioni del piano bieticolo-saccarifero. I dettagli si possono leggere sulla “Gazzetta di Parma” del 7 febbraio. Finanziamenti in arrivo anche per la produzione di biomasse, ma bisogna fare in fretta, perché le domande si potranno fare solo dal 19 marzo al 17 aprile, come si apprende da “Italia Oggi” del 7 febbraio. Ed è ancora “Italia Oggi” che dà la notizia relativa alla semplificazione accordata per lo smaltimento dei rifiuti, il cui trasporto richiederà meno “carteggi”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: rassegna stampa latte pac maltempo unione europea rifiuti fieragricola imu mipaaf

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner