Izs Abruzzo e Molise in Macedonia per la formazione dei veterinari balcanici

Nuovo evento formativo, coordinato dall'Istituto zooprofilattico a Skopje, mirato alla formazione e al confronto sui metodi di identificazione e registrazione dei suini

suinetto-suinetti-suini-by-markobe-fotolia-750.jpeg

Suini, l'Izs Abruzzo e Molise in Macedonia per la formazione sulla loro identificazione e registrazione
Fonte foto: © markobe - Fotolia

Un nuovo appuntamento nel progetto di cooperazione tra Izs Abruzzo e Molise e la Repubblica di Macedonia si è tenuto a fine febbraio a Skopje, la capitale del paese con una due giorni di studio dedicato ai sistemi di identificazione e registrazione dei suini.

Un evento formativo rivolto ai veterinari del paese organizzato con il supporto tecnico della agenzia macedone competente in materia di veterinaria e di alimentazione e nell'ambito del Taiex, lo strumento della Commissione europea per l'assistenza tecnica e lo scambio di informazioni.

Come prassi abituale del Taiex, l'evento ha visto la partecipazione degli esperti di diversi Stati membri dell'Unione che hanno illustrato le modalità di applicazione della legislazione europea, per quanto riguarda i sistemi di identificazione e registrazione dei suini.

In apertura Boris Kuzmanoski, responsabile della unità per la identificazione e registrazione degli animali dell'agenzia veterinaria macedone, ha spiegato lo stato di applicazione della normativa comunitaria nel paese.

Niksa Barisic della agenzia veterinaria della Croazia ha riportato invece lo stato dell'arte dei sistemi di identificazione e registrazione nel suo Stato, mentre Marjana Drobnic del ministero dell'Agricoltura della Slovenia ha illustrato le modalità attuative delle regole comunitarie in Slovenia.

Nicola Ferri dell'Istituto zooprofilattico Abruzzo e Molise ha avuto invece il compito di proporre un'analisi dei collegamenti tra i sistemi di identificazione e registrazione e sanità animale, con particolare riferimento all'aggiornamento della banca dati con informazioni relative alla sanità degli animali.

Sempre Ferri ha riportato l'esperienza italiana in tema di operabilità dei sistemi di identificazione e registrazione in relazione alla legislazione vigente nell'ambito della sanità animale.

In occasione della presentazione conclusiva, Ferri ha anche illustrato alcune proposte di miglioramento del sistema di identificazione e registrazione nei suini, individuato quale strumento utile alla produzione di dati indispensabili alla gestione della popolazione suina e al controllo delle movimentazioni di questi animali.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.178 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner