Georgofili, giornata di studio sul metagenoma del suolo

Firenze, 6 dicembre 2010 ore 10,30. Il convegno sarà anche il punto di partenza per costituire consorzio di ricerca italiano

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

georgofili_logo_jpeg.png

L'Accademia dei Georgofili organizza il convegno

Lunedì 6 dicembre alle ore 10.30, presso la sede dell'Accademia dei Georgofili a Firenze, si svolgerà la giornata di studio: 'Il metagenoma del suolo: problematiche di ricerca e prospettive applicative', sui microrganismi che abitano il suolo e il loro ruolo in agricoltura. L'evento segue un'analoga giornata di studio sulla biodiversità nel terreno tenutasi il 19 novembre 2010.

Una componente essenziale della fertilità del suolo e della nutrizione e salute delle piante è costituita dalla sua componente microbica. Data la sua complessità, lo studio di questa componente è una delle sfide più importanti per la ricerca di base e per quella applicata al miglioramento in agricoltura.

La frontiera più avanzata dello studio delle comunità microbiche del suolo è rappresentata oggi dalla metagenomica del suolo, dallo studio cioè della componente microbica del suolo nel suo complesso e al massimo livello di definizione, quello genomico. Questa sfida scientifica non può essere affrontata che con grandi mezzi ed estese collaborazioni; per questo in tutto il mondo si stanno sviluppando consorzi di ricerca con lo scopo di affrontare le problematiche della metagenomica del suolo.

L'iniziativa promossa dall'Accademia dei Georgofili, oltre che a diffondere le conoscenze su questo argomento, ha anche il significato di punto di partenza per organizzare anche in Italia un consorzio per lo studio del metagenoma del suolo. Anche in Italia infatti ci sono forti competenze in questo settore e nelle presentazioni che si susseguiranno durante la mattinata ci sarà una panoramica dei diversi approcci utilizzati.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 195.866 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner